Wednesday, 16 October 2019 - 01:35
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Intensificata l’attività di controllo della Polizia: fogli di via a persone sospette, truffa e droga

Dic 24th, 2016 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

Quattro provvedimenti preventivi sono stati adottati dal Questore a carico di persone ritenute pericolose per la sicurezza pubblica, dedite all’accattonaggio molesto nei confronti dei cittadini e alla truffa in danno di anziani.

Fogli di via obbligatori

Due Fogli di via obbligatori con divieto di ritorno nel Comune di Belluno, per un periodo di tre anni, sono stati irrogati a carico di due cittadini extracomunitari, V.C. nigeriano di 23 anni residente a Montebelluna e C.C. nigeriano di 30 anni residente a Padova, segnalati al 113 dal direttore di un supermercato che aveva raccolto, fin dai giorni scorsi, le numerose e continue lamentele dei clienti che venivano intercettati e bloccati a ridosso dell’ingresso principale dell’esercizio commerciale con modi petulanti, vessatori e molesti, tanto da vedersi quasi costretti a elargire un’offerta in denaro pur di liberarsi di loro.

Truffa

Un terzo analogo provvedimento è stato emesso a carico di un cittadino italiano responsabile di aver truffato un anziano effettuando dei lavori di manutenzione sull’impianto del gas metano, spacciandosi per un incaricato dell’A.T.E.R. che non li aveva mai commissionati.
Un’altra coppia di anziani, oggetto di un simile tentativo di truffa, insospettita, ha segnalato il giovane al 113: la Volante intervenuta sul posto, accertati i fatti, ha così provveduto ad accompagnare in Questura il soggetto, Z.M. italiano di 26 anni residente in provincia di Brescia, che è stato anche denunciato all’A.G. in stato di libertà.

 

Droga

Nel pomeriggio del 22 dicembre 2016 personale dipendente la Polizia Ferroviaria di Belluno, nell’ambito dei consueti servizi di prevenzione a bordo treno, procedeva al controllo di un viaggiatore su un treno regionale proveniente da Treviso.
L’atteggiamento dell’uomo durante l’approccio induceva gli operanti ad approfonditi accertamenti che permettevano di recuperare due voluminosi involucri, del diametro di 10 cm. ciascuno, in cellophane contenenti una sostanza vegetale che il soggetto occultava negli slip indossati.
I successivi preliminari controlli permettevano di stabilire che la sostanza trovata era riconducibile a stupefacente ed in particolare ad “marijuana” per il peso di gr. 170.
Pertanto, lo stupefacente veniva sottoposto a sequestro ed il soggetto, F.E. nato nel 1995 e originario e residente nel Polesine in provincia di Rovigo, veniva denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica in ordine al reato di cui all’art. 73 della legislazione sugli stupefacenti (309/1990).
Questo è l’ennesimo risultato conseguito dalla Polizia Ferroviaria di Belluno nel contrasto allo spaccio e l’uso delle sostanze stupefacenti individuati nell’ambito dei controlli eseguiti a bordo dei treni e nelle stazioni ferroviarie.

Share

Comments are closed.