Thursday, 22 August 2019 - 07:39
direttore responsabile Roberto De Nart

Mercoledì 7 dicembre “Piccolo Bestiario” al pop bar L’Insolita Storia a Belluno

Dic 6th, 2016 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli

copertina-piccolo-bestiario-storie-minime-bellunesi-2016-leggeraUna sessantina di miniracconti per altrettanti autori. Ultimi preparativi al pop bar L’Insolita Storia a Belluno in vista dell’affollata serata conclusiva (mercoledì 7 dicembre alle 19.30) di Storie Minime Bellunesi, la rassegna letteraria dedicata ai miniracconti, giunta ormai alla sua quarta edizione. Quest’anno il titolo è “Piccolo Bestiario: Storie e riflessioni sul mondo animale”. Racconti di animali veri o mitologici della montagna, delle acque e della pianura. Ma anche cani, gatti, pappagalli, criceti, galline, farfalle, rane, vipere … Da Esopo a Thomas Mann raccontare gli animali e il loro rapporto con gli umani è l’esercizio di scrittura proposto in questa quarta edizione della rassegna e al quale hanno risposto in tantissimi. Quest’anno infatti sono davvero tanti tra scrittori e scrittrici, noti e meno noti, quelli che hanno voluto raccontare la loro esperienza, vera o immaginata, le loro riflessioni o una loro visione del regno degli animali. Autori conosciuti come Toni Sirena, Antonio G.Bortoluzzi e Tieri Filippin, ma anche poeti come Eliana Olivotto e Filippo Melis. Anche gli studenti che partecipano alla rassegna sono aumentati di numero e questo grazie a due insegnanti dell’Istituto canossiano di Feltre che mostrano di apprezzare questa iniziativa. Sono pronti alla performance anche i lettori, che ogni anno animano con le loro voci la serata conclusiva della rassegna. Alice Da Ros è invece l’autrice della sorprendente copertina e dei disegni contenuti nel libro che è stato pubblicato grazie ad alcuni sponsor e che verrà distribuito nel corso della serata in programma a L’Insolita Storia. La consulenza tecnico letteraria è di Giuliano Simonetto. Presenta la serata il giornalista e ideatore della rassegna Ezio Franceschini.

Comments are closed.