Tuesday, 20 August 2019 - 02:47
direttore responsabile Roberto De Nart

Luoghi comuni e non comuni sull’Argentina a 200 anni dall’indipendenza. Venerdì a Col Cumano e sabato nella sala Ascom formazione con Marzia Rosti docente alla Statale di Milano

Nov 15th, 2016 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

marzia-rostiIl prossimo appuntamento della rassegna culturale “Illustrissimi” sarà dedicato ad un approfondimento sull’Argentina nei suoi aspetti storici, politici, economici e culturali. La prof.ssa Marzia Rosti, docente di storia dell’America Latina presso l’Università degli Studi di Milano, sarà la prossima ospite del Centro Papa Luciani. Il primo incontro è previsto per venerdì 18 novembre alle 20.30 e sarà replicato nella mattina di sabato 19 novembre alle 10 nella sala Ascom Formazione di Belluno.

Repubblica democratica federale con circa 40 milioni di abitanti, l’Argentina è stata teatro di vicende storico-politiche di rilievo internazionale. Dal 1946 al 1955 visse la stagione del peronismo, peculiare movimento assurto a regime di governo fino a divenire una variante dei modelli autoritari. Vent’anni di tensioni politiche sfociarono poi nel golpe del 1976, e nella dittatura militare, nota per la brutale repressione di ogni forma di opposizione e durata sino al 1983, anno della sconfitta argentina nella guerra per le Falkland. La transizione alla democrazia e l’euforia degli anni ’90 si sono concluse con la drammatica crisi economica e politica del 2001, dalla quale il paese è uscito solo di recente.

“L’idea è quella di parlare di Argentina, seguendo i luoghi comuni e non o comunque quei dati che sono più o meno noti” anticipano gli organizzatori Michelangelo De Donà (Università di Pavia e Ciels di Padova) e Daniele Trabucco (Università di Padova e Ciels di Padova). La traccia seguirà nove aspetti dalla nascita di questo Paese nel 1810 dalla frammentazione dell’impero coloniale spagnolo e la proclamazione dell’indipendenza 9 luglio 1816. Si tratta di una terra di immigrati soprattutto italiani, terra di bellezze e risorse naturali con paesaggi diversi fra loro. Si parlerà poi della capitale Buenos Aires e i suoi rapporti con le città dell’interno e del litorale. Seguiranno poi gli aspetti della politica (tra gli altri la dittatura militare e il fenomeno dei desaparecidos, Madres e Abuelas de Plaza de Mayo fino alla svolta a destra con la vittoria di Marci. Infine un cenno a Papa Francesco e ad una possibile visita al suo Paese d’origine. L’iniziativa è organizzata dal centro Papa Luciani, con il supporto dell’Istituto scolastico Leonardo Da Vinci di Belluno, il campus universitario Ciels di Padova e l’Associazione Bellunesi nel mondo.

Share

Comments are closed.