Tuesday, 20 August 2019 - 14:25
direttore responsabile Roberto De Nart

Dorfmann: con il sì più autonomia per Belluno. L’incontro di venerdì tra l’eurodeputato e l’onorevole De Menech

Nov 12th, 2016 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

dorfmann

Roger De Menech, deputato Pd

Roger De Menech, deputato Pd

Belluno, 11 Novembre 2016 _ L’anello ferroviario delle Dolomiti diventi un progetto di valenza europea. Lo ha detto oggi il deputato bellunese Roger De Menech all’europarlamentare Herbert Dorfmann, dopo averne parlato nei giorni scorsi con l’eurodeputata Isabella De Monte. «Il progetto di un treno che offre una mobilità sostenibile all’interno del patrimonio Unesco è perfettamente compatibile con le politiche europee sui trasporti e sulle Alpi», ha spiegato De Menech al collega durante un incontro stamattina a Belluno.

Dorfmann ha offerto la propria disponibilità a sostenere il progetto, una volta firmato il protocollo di intesa tra la Provincia di Belluno, le Province di Bolzano e Trento, il Governo e la Regione Veneto. «Sono convinto che i nostri territori, Belluno in particolare, abbiano necessità di questo tipo di infrastrutture», ha detto Dorfmann. Però, «per agire a Bruxelles dobbiamo ragionare su documenti concreti, quindi accordi tra amministrazioni e almeno un progetto di fattibilità».

Il progetto di fattibilità, ha ribadito De Menech, «è già finanziato con 400 mila euro dei Fondi di confine. Nelle prossime settimane le Province, il Governo e la Regione sigleranno l’accordo politico-amministrativo che avvierà il percorso di realizzazione dell’opera».

Nel corso dell’incontro, De Menech e Dorfmann hanno affrontato anche il tema dell’autonomia bellunese. «Negli ultimi anni, grazie a leggi specifiche e ai fondi di confine, sono stati fatti alcuni passi avanti», ha affermato Dorfmann. «Se la riforma costituzionale sarà approvata, bisogna comunque lavorare per consolidare, rafforzare e dare ulteriori contenuti al percorso di differenziazione del Bellunese rispetto ai territori di pianura. In chiave europea, un territorio Bellunese sempre più vicino alle aree contermini con la possibilità di dialogare alla pari con le autonomie e addirittura con stati esteri, offre l’opportunità di ragionare su politiche comuni a tutto l’arco alpino nord orientale, senza distinzioni tra i confini amministrativi o nazionali».

I due esponenti hanno infine concordato di organizzare insieme incontri sul territorio per rendere conto ai cittadini dei risultati ottenuti con le politiche di attuazione dell’autonomia negli ultimi tre anni.

Share

Comments are closed.