13.9 C
Belluno
lunedì, 30 Marzo, 2020
Home Cronaca/Politica No all'autostrada. Federico D'Incà: "Dove passa un'autostrada non si fa turismo"

No all’autostrada. Federico D’Incà: “Dove passa un’autostrada non si fa turismo”

Federico D'Incà, deputato Movimento 5 Stelle
Federico D’Incà, deputato Movimento 5 Stelle

“Con quale delega e con quali competenze il comitato Vivaio Dolomiti, per voce del suo presidente Pastella, sta portando avanti una crociata a favore del prolungamento dell’A27, facendosi passare per portavoce dell’intero territorio bellunese?” Lo scrive il Comitato Interregionale Carnia-Cadore PERALTRESTRADE nell’ultimo comunicato stampa diffuso negli scorsi giorni. E Federico D’Incà, deputato bellunese del MoVimento 5 Stelle, concorda pienamente con la visione di Peraltrestrade e dei tanti cittadini che hanno già deciso di dire basta agli inceneritori che si nascondono dietro termovalorizzatori e autostrade che prendono il nome di corridoio tecnologico.

Il Cadore e Comelico stanno combattendo da decenni contro l’avanzamento dell’impattante infrastruttura e non sarà la prospettiva di una “autostostrada tecnologica” che potrà convincerli a sacrificare territorio e futuro per fare il gioco di interessi molto distanti da quelli delle genti di montagna. “La tecnologia – spiega D’Incà – non ha bisogno di autostrade di asfalto per essere portata nelle case dei bellunesi, ma ha bisogno di banda larga e di smart grid.”.

Questa autostrada sostenuta da Vivaio Dolomiti è un progetto fuori dal tempo e molte sono le forze che si stanno opponendo a tutti i livelli alla sua realizzazione.“ Il territorio veneto e bellunese sente sempre di più il bisogno di essere partecipe alle scelte di investimento per non commettere errori del passato che hanno portato a progetti autostradali fallimentari come la “Bremebi” in Lombardia. Il M5S ha portato al centro della discussione politica e del territorio, con tanti altri soggetti, lo sbocco ferroviario a nord del Veneto. Per questo motivo condividiamo ed appoggiamo le azioni che porteranno alla progettazione e alla costruzione dell’anello ferroviario delle Dolomiti, andando così a cogliere finalmente tutte le opportunità turistiche date dal collegamento del Trentino Alto Adige con Venezia passando per il bellunese” conclude D’Incà.

Share
- Advertisment -

Popolari

Covid-19, misure urgenti per i piccoli produttori agricoli, ora! Il documento dell’Ari 

L'Ari, Associazione rurale italiana con sede a Colà di Lazise (Verona), ha preparato un documento di proposte per l'agricoltura contadina, dove auspica l'inserimento nei...

Sostegno ai Comuni. De Carlo al governo: “Ci dia la possibilità di utilizzare meglio i fondi per il sostegno alle famiglie bisognose”

“Basta bugie e proclami dal governo! Il presidente Conte ieri in conferenza stampa ha annunciato un sostegno ai Comuni italiani pari a 4,3 miliardi...

Soldi ai Comuni dal governo. Massaro: serviranno esclusivamente alle persone in difficoltà a procurarsi il cibo

Il sindaco di Belluno Jacopo Massaro ha pubblicato sulla sua pagina Facebook il seguente messaggio alla popolazione. Ieri, sabato 28 marzo, il presidente Conte ha...

Sanificazione strade. Una cinquantina di mezzi delle associazioni agricole a disposizione della Provincia

Adesione piena delle associazioni agricole. La sanificazione di strade e marciapiedi del territorio provinciale può contare su una cinquantina di mezzi messi a disposizione...
Share