13.9 C
Belluno
lunedì, 30 Marzo, 2020
Home Cronaca/Politica Fusione Ulss Belluno e Feltre. Ultimo appello dei gruppi consiliari di maggioranza...

Fusione Ulss Belluno e Feltre. Ultimo appello dei gruppi consiliari di maggioranza di Feltre

Ospedale di Feltre
Ospedale di Feltre

I consiglieri comunali dei gruppi di maggioranza del Consiglio Comunale di Feltre, quest’oggi hanno congiuntamente scritto ai colleghi consiglieri comunali di minoranza e alle segreterie locali di partito, rivolgendo un ultimo appello per la coesione al fine di intraprendere uno sforzo comune in vista del rush finale che vedrà il Consiglio Regionale portare in approvazione la riforma della sanità.

 

Ecco il testo della lettera.

Carissimi Consiglieri e segretari di partito,
come ben sapete, nei giorni scorsi si è discusso in Consiglio Regionale il tema dell’autonomia dell’azienda Ulss n. 2 di Feltre; in particolar modo è stato approvato a maggioranza l’articolo 12 del Pdl 23 che ha sancito la cancellazione dell’Ulss n. 2 di Feltre e il suo accorpamento nell’Ulss. 1 Dolomitica. Anche l’emendamento scritto dal Sindaco di Feltre Paolo Perenzin anche in qualità di presidente dalla conferenza dei sindaci dell’Ulss n.2 e presentato dal Consigliere Sinigaglia (PD), il quale prevedeva il mantenimento della Ulss n. 2 di Feltre, è stato bocciato a maggioranza. E’ evidente dunque che siamo di fronte ad una trasformazione epocale dei servizi sanitari regionali che penalizzerà, e non poco, Feltre ed il suo territorio.
L’ultima speranza che ci resta per preservare o meglio acquisire margini di maggiore autonomia per il nostro distretto ospedaliero, vista la sommaria soppressione compiuta, risiede nell’emendamento all’art. 16 del Pdl 23, sottoscritto, oltre che dal Sindaco di Feltre, anche dal Sindaco di Belluno e presidente dalla conferenza dei sindaci dell’Ulss n.1 Jacopo Massaro. L’intento di questo nuovo emendamento, inoltrato al Presidente Zaia, all’ass. Coletto, al presidente Ciambetti, ai Capigruppo Consiliari e ai due rappresentanti Bellunesi in senno al Consiglio Regionale, il quale verrà con ogni probabilità discusso nella giornata di martedì 11/10/2016 o di mercoledì 12/10/2016 e il cui testo è a disposizione dei consiglieri comunali del Comune di Feltre, è quello appunto di garantire una certa autonomia ai distretti sanitari. In particolar modo si chiede che il Comitato dei Sindaci di Distretto esprima parere obbligatorio sulle schede di dotazione ospedaliera e che a capo del Distretto sia posto un Vice-direttore generale, scelto d’intesa con il Comitato dei Sindaci, con competenze in materia sociale, sanitaria, economica, contabile e organizzativa.
Consci dell’importanza che questa proposta di emendamento ha per Feltre ed il suo territorio, ci appelliamo a tutte le forze politiche feltrine, in particolare a quelle i cui rappresentanti sono in maggioranza in Consiglio Regionale, chiedendo di intercedere presso i propri eletti in Consiglio Regionale affinché questo emendamento possa trovare accoglimento dalla maggioranza dei Consiglieri Regionali.
Ringraziando per la collaborazione si porgono i più cordiali saluti.

Cittadinanza e Partecipazione, PD, Idea per Feltre, Sinistra Feltrina.

Share
- Advertisment -

Popolari

Covid-19, misure urgenti per i piccoli produttori agricoli, ora! Il documento dell’Ari 

L'Ari, Associazione rurale italiana con sede a Colà di Lazise (Verona), ha preparato un documento di proposte per l'agricoltura contadina, dove auspica l'inserimento nei...

Sostegno ai Comuni. De Carlo al governo: “Ci dia la possibilità di utilizzare meglio i fondi per il sostegno alle famiglie bisognose”

“Basta bugie e proclami dal governo! Il presidente Conte ieri in conferenza stampa ha annunciato un sostegno ai Comuni italiani pari a 4,3 miliardi...

Soldi ai Comuni dal governo. Massaro: serviranno esclusivamente alle persone in difficoltà a procurarsi il cibo

Il sindaco di Belluno Jacopo Massaro ha pubblicato sulla sua pagina Facebook il seguente messaggio alla popolazione. Ieri, sabato 28 marzo, il presidente Conte ha...

Sanificazione strade. Una cinquantina di mezzi delle associazioni agricole a disposizione della Provincia

Adesione piena delle associazioni agricole. La sanificazione di strade e marciapiedi del territorio provinciale può contare su una cinquantina di mezzi messi a disposizione...
Share