Saturday, 18 November 2017 - 02:54

Nuovo passo avanti sul primario nelle regioni interamente montane. Accolto l’ordine del giorno Bellot: “Il mio disegno di legge è già depositato, domani parlo con Martina”

Lug 7th, 2016 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

 

bellotDopo che aveva già ricevuto accoglimento in seno alla Commissione Agricoltura, l’ordine del giorno a prima firma Bellot per misure straordinarie a sostegno delle regioni interamente montane, così come definite dalla legge Delrio, ha ottenuto voto positivo, quindi accoglimento, anche in Aula.

L’Ordine del giorno presentato dalla tosiana Bellot si inseriva nella discussione del disegno di leggi delega e disposizioni per la semplificazione, razionalizzazione e competitività dei settori agricolo e agroalimentare. In particolare nell’Odg la Bellot chiedeva al Governo di valutare, compatibilmente con la normativa europea e nei limiti delle risorse disponibili, l’introduzione di misure d’urgenza a favore di imprenditori agricoli titolari di aziende zootecniche.

“Il fatto che finalmente una necessità specifica della montagna abbia trovato accoglimento nelle aule romane è senza dubbio motivo di contentezza. Tuttavia potrò dirmi soddisfatta solo quando questo segnale di apertura si tradurrà in gesti concreti. L’appello alle aule romane è che si impegnino ora a dare seguito velocemente a questa presa di coscienza. A questo proposito già domani presenterò una nota scritta al ministro Martina perché verifichi la possibilità di dare seguito al disegno di legge che ho depositato agli inizi di maggio, che tratta proprio di questa tematica e che contiene già le indicazioni per renderlo immediatamente operativo.

La fattibilità delle azioni contenute nel mio disegno di legge è già stata verificata: il DDL è perfettamente in linea con i parametri UE e soddisfa gli allevatori del bellunese, che sono stati costantemente interpellati in fase di stesura dello stesso.”

Continua quindi il lavoro della senatrice Bellot per il primario della montagna bellunese; battaglia attorno alla quale ha più volte lanciato appelli ai colleghi parlamentari perché facessero convergere il loro sostegno su un DDL dai contenuti davvero super partes. Ma per il momento alcune parti ancora tacciono.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.