Wednesday, 22 November 2017 - 13:14

100 anni fa. Lunedì la manifestazione degli alpini per i caduti della mina del Castelletto durante la Prima guerra mondiale

Lug 6th, 2016 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

cappello-alpinoCent’anni fa di questi giorni – era l’11 luglio 1916, ore 3.40 – nell’Alto Agordino si avvertì una potente deflagrazione proveniente dalle Tofane. Gli italiani avevano fatto esplodere la mina del Castelletto con ben 33 tonnellate di gelatina, quanto bastò per operare un enorme squarcio nella roccia ancora oggi visibile.
A distanza di un secolo la Sezione A.N.A. di Belluno, in collaborazione con la consorella del Cadore, la partecipazione di quelle di Feltre e Valdobbiadene e il sostegno delle Regole d’Ampezzo, ha organizzato una manifestazione di ricordo e di suffragio dei caduti di quel tragico episodio della Grande Guerra.
L’appuntamento è fissato per le 10 di lunedì 11 luglio con il ritrovo dei partecipanti (ci sarà anche un servizio navetta) all’ultimo tornante della strada che sale alla località Rozes (m 2176) sotto il ghiaione e i detriti della mina del Castelletto a km 1,5 dal bivio Col dei Bòs.
Dopo l’alzabandiera e l’onore ai caduti si terrà la commemorazione ufficiale affidata al professor Paolo Giacomel, che parlerà di “Cortina d’Ampezzo nella Grande Guerra”, e all’addetto stampa della Sezione A.N.A. di Belluno Dino Bridda che riferirà sul tema “Quel tragico 11 luglio 1916”.
Successivamente una delegazione di alpini in armi del 7° Reggimento e di soci dell’A.N.A. andrà a deporre un omaggio floreale nel cratere della mina del Castelletto.
Sarà poi celebrata la messa al campo ed il termine della cerimonia è previsto intorno alle 12.30 con il rientro della delegazione dal Castelletto.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.