Saturday, 24 August 2019 - 04:24
direttore responsabile Roberto De Nart

Prolungamento A27, l’altra verità. Sernagiotto: “Dall’Europa primo segnale positivo. Approvata oggi in Commissione Regi la relazione sulla strategia alpina che comprende il compromesso che apre la strada al progetto dell’autostrada Venezia Monaco”

Giu 16th, 2016 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

 

Remo Sernagiotto, europarlamentare

Remo Sernagiotto, europarlamentare

“Caro Dorfmann, è ora che anche il Veneto abbia le sue infrastrutture, la tua preoccupazione è solo quella di mantenere la ricchezza nel Trentino”.

E’ la risposta dell’europarlamentare Remo Sernagiotto alle affermazioni del suo collega Dorfmann.

“Primo passo fatto – sottolinea Sernagiotto – approvata oggi dalla Commissione Regi la relazione sulla strategia alpina che comprende il compromesso che apre la strada al progetto dell’autostrada Venezia Monaco.

La Strategia dell’UE per la Regione Alpina (EUSALP) è una strategia macroregionale che nasce allo scopo di promuovere l’attrattività, la competitività, la connettività e lo sviluppo sostenibile di un’area che riguarda oltre 70 milioni di abitanti (sono coinvolti cinque Stati membri – Italia, Austria, Francia, Germania e Slovenia- e due paesi terzi -Liechtenstein e Svizzera-)”.

Oggi la Commissione Regi ha approvato la relazione sulla strategia alpina che apre le porte al grande progetto proposto dall’onorevole Remo Sernagiotto del gruppo dei Conservatori e Riformisti. Viene data priorità infatti alla pianificazione di progetti complementari che colleghino e sviluppino l’attuale rete TEN-T (Trans-European Networks – Transport).

In particolare è stato approvato un compromesso basato su uno degli emendamenti presentati dall’Europarlamentare che evidenzia la volontà di migliorare i trasporti e la connettività energetica tramite lo sviluppo di corridoi tecnologici.

“Grande soddisfazione – spiega Sernagiotto – per questo primo grande passo. Grazie a questo passaggio in Commissione Regi, ora possiamo concretamente iniziare a lavorare per il prolungamento dell’A27, un’infrastruttura necessaria per il nostro territorio”.

“C’è chi ha avuto sottolineare – commenta Sernagiotto – che è stato bocciato l’emendamento che parlava espressamente dell’A27: certo, l’ho presentato in Commissione Regi per vedere chi era contrario e chi favorevole, sapendo che tuttavia è un’altra la sede preposta per questo tipo di proposte. La prova del nove sarà infatti in Commissione Trasporti, dove abbiamo presentato gli stessi emendamenti. L’unica preoccupazione dell’onorevole Dorfmann che mi ha pubblicamente attaccato è quella di mantenere i privilegi di cui gode la sua Regione che grazie all’A22 guadagna enormi ricchezze per il territorio. Io dico no a questo tipo di politica, il mio compito è quello di dare risposte ai cittadini e il prolungamento dell’A27 è una grandissima opportunità per la regione alpina”.

Il compromesso approvato:

Sottolinea l’importanza di migliorare i trasporti e la connettività energetica tra i paesi partecipanti, compresi i collegamenti di trasporto e intermodali locali, regionali e transfrontalieri con l’entroterra, come le grandi conurbazioni, anche al fine di stimolare lo sviluppo della regione, migliorare la qualità della vita dei suoi abitanti e attrarre nuovi residenti, valutando tuttavia se le reti già esistenti possono essere ripristinate o potenziate con l’obiettivo generale di una migliore implementazione delle reti TEN- T; pone l’accento sull’importanza di realizzare “infrastrutture intelligenti”; ritiene che le infrastrutture di nuova costruzione debbano diventare dei veri e propri “corridoi tecnologici” all’interno dei quali realizzare tutte le “infrastrutture separate”, ovvero le linee elettriche, della telefonia, della banda larga e della banda ultra-larga, le condutture del gas, le reti in fibra ottica, i tubi degli acquedotti, etc;

Share

Comments are closed.