Saturday, 24 August 2019 - 04:26
direttore responsabile Roberto De Nart

Bruxelles dice no allo sbocco a nord dell’autostrada A27. Passa la linea Dorfmann, bocciato l’emendamento Sernagiotto

Giu 16th, 2016 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

dorfmannIl Parlamento Europeo chiude le porte all’ipotesi del prolungamento verso Nord dell’Autostrada di Alemagna e promuove l´idea di uno sviluppo delle linee ferroviarie sul territorio.

Ad annunciarlo, pochi minuti dopo il voto di Bruxelles, è l’europarlamentare Herbert Dorfmann.

La votazione di oggi – spiega Dorfmann – ha visto bocciare l’emendamento presentato dal collega Remo Sernagiotto alla relazione sulla strategia Eusalp”.

L’europarlamentare altoatesino è soddisfatto dell’esito della votazione che mette al riparo l’asse del Brennero dall’ipotetico corridoio Venezia-Monaco.

“Ancora una volta – ricorda Dorfmann –  si è ribadito il no al prolungamento dell’A27 verso l’Austria. Inoltre, è stata bocciata anche la proposta di Sernagiotto di attingere ai fondi Juncker per la realizzazione di quest’opera”.

Dal Parlamento è arrivata anche un’altra importante indicazione per la mobilità alpina: “Bruxelles chiede di puntare di più sulla ferrovia e sul trasporto su rotaia. Nei territori montani – conclude Dorfmann -, la mobilità su ferro è la soluzione a innumerevoli problemi, tanto che in futuro fondi europei saranno destinati specificamente allo sviluppo di progetti ferroviari in territorio alpino, come la galleria di base del Brennero o, nel Bellunese, la prosecuzione della tratta Feltre-Belluno-Ponte nelle Alpi-Calalzo di Cadore verso il Primiero e l’Alto Adige”.

 

Share

3 comments
Leave a comment »

  1. Veloci quelli di Tn Bz quando si tratta di bloccare qualsiasi iniziativa del bellunese a loro sgradita.

  2. Quindi un solo eurodeputato sudtirolese sarebbe in grado di condizionare il voto dell’intero parlamento europeo? E i ben più numerosi euro-parlamentari veneti dov’erano? Perchè invece non si riconosce che l’idea di prolungare l’A27 contrasta palesemente con la politica UE in materia di trasporti condivisibile o meno che sia? far passare l’inevitabile bocciatura come il frutto di un sabotaggio-complotto sudtirolese appare francamente inverosimile…

  3. Sarà come dice Iukas ma dovrebbe spiegarmi perchè Dorfmann non ha perso un secondo ad esultare. Nessun complotto ma nemmeno l’ingenuità di pensare che noi bellunesi siamo in cima ai pensieri di Dorfmann o equivalenti.