Saturday, 17 August 2019 - 16:42
direttore responsabile Roberto De Nart

Frana Acquabona. La replica di De Menech: “Dal governo 140 milioni di euro, quanti dalla Regione? Competenze condivise. Inutile lo scaricabarile di Zaia. I problemi si risolvono solo con la collaborazione”

Giu 15th, 2016 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Roger De Menech, deputato Pd

Roger De Menech, deputato Pd

«Zaia la smetta di sollevare inutili polemiche e faccia il lavoro che è chiamato a svolgere, governare la Regione. Per mettere in sicurezza la statale di Alemagna da Longarone a Cortina, compreso il tratto di Acquabona il governo Renzi ha messo 140 milioni di euro. Quanti ne ha messi la Regione, visto che la competenza sul dissesto è di Venezia e non di Roma?». Il deputato del Partito democratico, Roger De Menech, chiede al presidente veneto di fermare lo «scaricabarile. Con le dichiarazioni non si rivolvono i problemi. Zaia non è un deputato di opposizione, è il governatore della nostra regione, deve agire di conseguenza».

Il problema della frana di Acquabona, ripresentatosi puntualmente oggi, «va affrontato dal governo e dalla Regione insieme, poiché le competenze sono condivise». Durante la presentazione del cronoprogramma delle opere da realizzare per i Mondiali di sci del 2021, ricorda il deputato, i vertici dell’Anas regionale e nazionale sono stati chiari a riguardo: l’intervento va fatto insieme a chi ha le competenze sul territorio, cioè la Regione Veneto.

«Ho riparlato questa mattina con il ministro Delrio», riporta De Menech, «che conferma lo stanziamento di 70 milioni di euro, più l’impegno per altri 70 per mettere in sicurezza il tratto della statale da Longarone a Cortina. Il ministro ha inoltre assicurato l’avvio della fase di progettazione delle opere da realizzare da parte dell’Anas. Resta del tutto oscuro quale sia l’impegno concreto della Regione, in termini economici e operativi, sia per i Mondiali di Cortina, sia per il dissesto idrico e geologico in particolare nell’area delle Dolomiti. Probabilmente, un atteggiamento di collaborazione da parte del presidente del Veneto contribuirebbe a risolvere più velocemente e meglio problemi sedimentati da decenni».

Share

Comments are closed.