13.9 C
Belluno
mercoledì, Agosto 12, 2020
Home Cronaca/Politica Tutti i componenti della Giunta Regionale del Veneto, hanno capito bene cosa...

Tutti i componenti della Giunta Regionale del Veneto, hanno capito bene cosa hanno approvato “con voti unanimi e palesi”? Il WWF Terre del Piave TV – BL Gruppo AltaMarca inchioda la giunta alle sue responsabilità

wwfIl Decreto legislativo 150/2012 all’art.19/1 recita: “Gli utilizzatori professionali di prodotti fitosanitari, a partire dal 1° gennaio 2014, applicano i principi generali della difesa integrata obbligatoria, di cui all’allegato III. La difesa integrata obbligatoria prevede l’applicazione di tecniche di prevenzione e di monitoraggio delle infestazioni e delle infezioni, l’utilizzo di mezzi biologici di controllo dei parassiti, il ricorso a pratiche di coltivazione appropriate e l’uso di prodotti fitosanitari che presentano il minor rischio per la salute umana e l’ambiente”.

In forza di tale norma di legge, i consiglieri del Movimento 5 Stelle avevano inoltrato un’interrogazione alla giunta regionale veneta. Sconcertante e autoassolutoria la risposta della giunta – fa sapere Gilberto Carlotto  WWF Terre del Piave TV – BL Gruppo AltaMarca – che arriva ad affermare che l’uso di prodotti fitosanitari con principi attivi molto tossici, tossici e nocivi, e con effetti cronici per la salute, “non pone a rischio la tutela della salute e dell’ambiente”!

Per maggior chiarezza – prosegue Carlotto – , ecco un esempio: l’utilizzatore non deve scegliere tra due prodotti contenenti lo stesso principio attivo, ad esempio il chlorpyrifos, come lasciano intendere le LTDI-2015, ma optare per un prodotto con principi attivi meno tossici del chorpyrifos.  È chiaro che per fare le giuste scelte, prima occorre conoscere i principi attivi. Altrimenti quale sarebbe il minor rischio scegliendo tra Chlorpyrifos e Chlorpyrifos? o tra Mancozeb e Mancozeb? come proposto dalla Regione Veneto.

Con questa approvazione “con voti unanimi e palesi”, la Giunta della Regione Veneto ha dichiarato che non ci sono problemi per la salute e l’ambiente.

Ma allora – conclude Gilberto Carlotto – , l’ingrata popolazione che vive nelle aree agricole, irrorate dai prodotti fitosanitari, perché non le è riconoscente e continua a protestare?

A quando il prossimo verdetto scientifico approvato all’unanimità, dalla Giunta Regione Veneto? Abbiamo ancora la pericolosità dei PFAS e dei pirogassificatori da rivalutare!

 

Share
- Advertisment -



Popolari

Quindicenne perde la vita sull’argine del Piave schiacciato tra i massi. Allarme per un ragazzino morso da una vipera

Belluno, 11 - 08 - 20 Attorno alle 16 la Centrale del 118 è stata allertata per un ragazzo 15enne rimasto incastrato tra due...

Anziano parte da Cremona per trovare l’amico di Belluno, ma a Ferrara si perde

Era partito qualche giorno fa dalla provincia di Cremona per ritrovarsi con un amico della provincia di Belluno. Domenica scorsa, non vedendolo arrivare è...

I proprietari del Nevegal in assemblea

Sabato 8 agosto 2020 si è tenuta presso la Sala comunale ex Hall del Complesso Le Torri del Nevegal la prima Assemblea dell’Associazione Proprietari...

Il progetto di Belluno Alpina: alle ex scuole di Ronce la sede per un nuovo consorzio forestale. Dal Farra: “Ora è fondamentale curare il...

“Il territorio ha bisogno di cura e manutenzioni: il bosco avanza, consumando i prati e marcendo in piedi, e i turisti chiedono pulizia. Smettiamo...
Share