Monday, 16 December 2019 - 14:31
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Sos per lavoratori stagionali. Michielli (Confturismo): “Con le norme attuali c’è il rischio povertà”

Giu 10th, 2016 | By | Category: Lavoro, Economia, Turismo, Prima Pagina

bar vittoriaLe imprese del turismo sono il motore dell’economia veneta e devono quindi poter garantire l’occupazione e creare nuovi posti di lavoro. Per questo la normativa vigente per i lavoratori stagionali va modificata.

L’appello arriva da ConfturismoVeneto che rilancia l’allarme di Federalberghi, Faita Federcamping, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil. Secondo i sindacati è necessario alzare l’assegno di disoccupazione previsto dal Jobs act per riportarlo almeno al livello previsto dalla normativa precedente, innalzare la deduzione Irap prevista dalle norme sui contratti di lavoro stagionali (ora al 70%), riconoscendola però solo alle imprese che applicano i contratti di lavoro nazionali, e prorogare almeno fino al 31 dicembre 2017 l’esenzione del versamento del contributo addizionale dell’1,4%.

In caso contrario si rischia “la crisi di importanti sistemi turistici territoriali” spiega il presidente di Confturismo Veneto, Marco Michielli, in quanto senza il sostegno al reddito i lavoratori stagionali sarebbero a “rischio di poverta” ed esclusione sociale”. (Fat/ Dire)

Share

Comments are closed.