Saturday, 17 August 2019 - 16:41
direttore responsabile Roberto De Nart

Domenica 5 giugno ritorna la cicloturistica Pedala Sedico

Giu 1st, 2016 | By | Category: Prima Pagina, Società, Associazioni, Istituzioni, Sport, tempo libero

Pedala SedicoL’Associazione “Giovanni Conz” propone per la mattinata di domenica 5 giugno (con recupero in caso di maltempo il 12 giugno) la decima edizione della cicloturistica Pedala Sedico una manifestazione non competitiva rivolta a tutti i tipi di ciclisti: dai più esperti, agli amanti della natura, ai curiosi di vedere scorci suggestivi del comune di Sedico per i giovani, i giovanissimi e le loro famiglie.

La partenza della Pedala, che si snoda attraverso due diversi percorsi di 13 e di 24 Km è fissata per le ore 10 da Piazza della Vittoria in centro a Sedico e l’arrivo è a Roe Alte dove, all’interno della Festa d’Estate ci si potrà fermare per il pranzo.

“L’iniziativa – spiega la presidente Lucia Garna – è finalizzata alla raccolta fondi per sostenere il progetto Camminare nell’accoglienza che, grazie anche al prezioso contributo della Fondazione Cariverona, va ad aggiungersi alle molteplici attività che l’Associazione Giovanni Conz  sta da molti anni portando avanti nel territorio sedicense per lo sviluppo e la tutela dei diritti dell’infanzia. Tale progetto prevede l’accoglienza in due mini appartamenti da poco ristrutturati, a donne con bambini, a gestanti segnate da un’umanità in qualche modo ferita sotto il profilo della relazioni famigliari, parentali e sociali. Attualmente la struttura accoglie una mamma con il suo bambino di due anni e mezzo. Il progetto prevede inoltre la creazione di uno Spazio libero e di Studio che, attraverso attività ludico-educative, aiuta i ragazzi a superare le difficoltà scolastiche e a valorizzare le loro potenzialità per una crescita personale consapevole e responsabile. Questa iniziativa è stata avviata nel mese di febbraio con un gruppo di ragazzi della scuola media che si incontrano due pomeriggi alla settimana dalle 15 alle 18. Oltre a questo nuovo progetto l’Associazione Conz, che è un’Associazione di volontariato (Onlus) iscritta nel registro delle organizzazioni di volontariato della Regione Veneto, porta avanti altre attività che sono diventate un punto di riferimento importante per il territorio. Il sostegno scolastico con cui l’Associazione affianca i bambini e i ragazzi della scuola primaria di 1° e 2° grado e li accompagna in un percorso individuale in collaborazione con operatori qualificati, promuovendone l’educazione e favorendone l’inserimento sociale. L’accoglienza estate, un centro estivo rivolto ai bambini della scuola dell’infanzia e a quelli della scuola primaria di 1° e di 2° grado con l’obiettivo di offrire loro una molteplicità di occasioni di crescita umana in un ambiente giovanile, sereno e ricco di valori, attraverso attività ludiche, manuali, espressive, motorie e sportive. Il Mi a Ti Ti a Mi un centro di scambio per dare e ricevere ciò che occorre ai bambini da 0 a 12 anni. Tale esempio si è esteso successivamente anche in altri comuni delle Provincia. “Ok ci sto“ un progetto avviatosi quest’anno con il contributo del Csv e finalizzato alla formazione su attività obbligatorie (Sicurezza e Privacy) e alla formazione su attività specifiche per rimotivare e sensibilizzare associati e cittadini al mondo del volontariato. Il “Corso di italiano per donne straniere“ in collaborazione con il C.P.I.A. di Belluno.
Vengono inoltre messi a disposizione i locali della struttura a piano terra per quanti ne fanno richiesta al fine di organizzare feste per i bambini, incontri per le famiglie o per iniziative promosse da altre associazioni, sempre naturalmente nel rispetto delle finalità statutarie. L’Associazione – conclude la presidente –  in quanto Onlus si sostiene attraverso il prezioso contributo dei volontari che collaborano ai vari progetti per l’organizzazione, il coordinamnento e la loro attuazione, attraverso il contributo libero delle famiglie che usufruiscono delle varie attività, attraverso la generosità di quanti riconoscono la validità e l’utilità del suo operato e attraverso attività di autofinnziamento quali la Pedala Sedico”.

Share

Comments are closed.