13.9 C
Belluno
giovedì, Maggio 28, 2020
Home Cronaca/Politica Oltre 6 milioni dalla Regione per le fusioni dei Comuni e unioni...

Oltre 6 milioni dalla Regione per le fusioni dei Comuni e unioni montane. Domande entro il 3 ottobre

veneziaCon due distinti provvedimenti la giunta veneta, su proposta del vicepresidente, ha approvato i criteri e le modalità per l’assegnazione e l’erogazione di contributi per un importo complessivo di oltre 6,3 milioni di euro. La somma è destinata per l’anno 2016 in parte per la fusione di comuni, la costituzione, l’avvio e l’ampliamento dell’esercizio associato di funzioni fondamentali nella forma dell’Unione di Comuni, dell’Unione montana e della Convenzione tra Comuni, e in parte per il sostegno alle spese di gestione e di funzionamento per l’esercizio associato tra comuni di una pluralità di funzioni e servizi. Su entrambi i provvedimenti è stato acquisito il parere della competente commissione consiliare.

Gianluca Forcolin
Gianluca Forcolin

“Gli interventi normativi statali – sottolinea il vicepresidente Gianluca Forcolin – hanno posto a carico dei Comuni di ridotte dimensioni demografiche l’obbligo dell’esercizio in forma associata di tutte le funzioni fondamentali, tramite Unioni di Comuni e Convenzioni. La Regione del Veneto ha affrontato il tema dell’inadeguatezza dimensionale e organizzativa propria dei piccoli Comuni con la legge regionale n. 18 del 2012 promuovendo e incentivando la costituzione di gestioni associate tra i comuni e in particolare attraverso l’istituzione e lo sviluppo delle Unioni di comuni. La definizione della dimensione territoriale adeguata richiede l’impegno di tutti i comuni veneti, anche non obbligati, per un riordino complessivo della governance territoriale”.

Nei provvedimenti adottati oggi la giunta regionale indica quali sono i soggetti destinatari del contributo, i requisiti per ottenerlo, i criteri di attribuzione (tra cui l’entità demografica, il numero dei comuni e quello delle funzioni esercitate), le modalità di calcolo. Il contributo assegnato dallo Stato alla Regione del Veneto per l’anno 2016 è pari a 2.415.374,33 euro e questi fondi saranno assegnati per l’80% alle Unioni di Comuni e per il 20% alle Unioni Montane. Le richieste del contributo statale “regionalizzato” andranno presentate alla Regione entro l’8 agosto. E’ invece di 3.871.759 euro l’importo delle risorse regionali destinato alla fusione di comuni, alla costituzione, all’avvio e all’ampliamento dell’esercizio associato di funzioni fondamentali nella forma dell’Unione di Comuni, dell’Unione montana e della Convenzione tra Comuni.

La richiesta andrà presentata entro il 3 ottobre.

Share
- Advertisment -

Popolari

Domenica Giornata del sollievo 2020. Il Covid non ferma le cure palliative

In occasione della giornata nazionale del Sollievo, indetta a livello nazionale per il 31 maggio 2020, l’Ulss Dolomiti, diffonde i dati sulle attività delle...

Confcommercio. Soddisfazione per le misure di sostegno delle attività commerciali approvate dal Comune di Feltre

La Consulta Confcommercio della città di Feltre ha appreso con soddisfazione che nell’ultimo Consiglio comunale di maggio sono stati approvati importanti aiuti per le...

Next Generation Ue. Dorfmann: “15 miliardi per lo sviluppo rurale”

Si chiama “Next Generation EU” il pacchetto da 750 miliardi di euro presentato dalla Commissione Europea per sostenere la ripartenza degli Stati membri dopo...

Donne impresa guarda al post covid. Martina Gennari: “Sono le donne a pagare i costi della pandemia”

La conciliazione casa-lavoro è da sempre un tema fondamentale per gli artigiani, che spesso non riescono a distinguere tra vita domestica e vita lavorativa....
Share