Wednesday, 20 November 2019 - 22:29
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Mig 2016. Gelato: qualità, intolleranze, sostenibilità, formazione e informazione

Mag 27th, 2016 | By | Category: Appuntamenti, Lavoro, Economia, Turismo, Prima Pagina

mig longarone fiere 173x141Il futuro e le opportunità di sviluppo e qualificazione, non solo delle gelaterie, ma di tutto il mondo del gelato artigianale, saranno caratterizzati dalla qualità, dall’approccio sostenibile, dall’attenzione alle intolleranze e alle esigenze specifiche, nonché da un’informazione corretta nei confronti del consumatore finale. Questo è quanto emerso nell’incontro del Comitato tecnico della 57^ MIG – Mostra Internazionale del Gelato Artigianale di Longarone che si terrà dal 27 al 30 novembre 2016. Da sempre la MIG, oltre ad essere una vetrina internazionale delle migliori proposte in fatto di prodotti, macchine e attrezzature per gelateria, è occasione privilegiata per dibattere e approfondire tematiche che interessano da vicino il gelatiere artigiano. E questo fin dalla prima edizione nel 1959: già allora si discuteva a Longarone sull’avvenire del prodotto artigianale!

E lo scambio di idee e proposte con una qualificata partecipazione di esponenti del mondo del gelato e delle associazioni nazionali dei produttori di macchine, attrezzature e prodotti per gelateria, ha permesso di individuare delle direttrici chiare sulle quali è fondamentale che tutte le realtà interessate si muovano in sinergia, soprattutto le Fiere di settore con le Associazioni di categoria.

Si tratta quindi di confermare la già straordinaria offerta in termini di convegni e incontri dell’edizione 2015 di MIG approfondendo per esempio il ruolo degli zuccheri nell’alimentazione, che sicuramente vanno regolati ma non demonizzati, e del latte facendo luce sulle contraddizioni spesso consolidate in luoghi comuni, anche in relazione all’insorgere sempre più frequente di intolleranze che nuove teorie sembrano associare più a certi stili di vita che agli alimenti in sé, e superabili quindi con approcci diversi e non con l’eliminazione totale dalle diete. In tutto questo non può mancare un’attenzione particolare al consumatore finale, verso il quale si prefigura chiaramente l’assolvimento di una mission educativa propria delle realtà del settore coinvolte.

E rivolgendo lo sguardo all’interno di questo settore, un altro impegno importante riguarda la sostenibilità ambientale, intesa nel modo più ampio possibile, non solo quindi integrata nei processi produttivi, dove già si è fatto molto, ma anche in altri aspetti aziendali, dal marketing agli eventi.

Non mancheranno, però dei momenti di formazione di particolare interesse e attualità, attenti agli aspetti più pratici e diretti della gelateria, andando quindi a parlare di tracciabilità ed etichettatura, in vista anche dell’obbligo di dichiarazione nutrizionale che sarà applicato a decorrere dal 13 dicembre 2016, piuttosto che dei registratori di cassa in Germania, come dei risultati delle ricerche nel settore dei prodotti.

Ma anche iniziative caratterizzate da una partecipazione attiva e interattiva, dimostrazioni in diretta e tutto mantenendo quell’atmosfera unica e speciale, calda e accogliente, che da sempre contraddistingue la MIG, considerata da sempre la “casa dei gelatieri”. E proprio per questo, ha sottolineato il presidente di ACOMAG, Gianfranco Tonti, ci si aspetta che Longarone Fiere prosegua con la sua azione di stimolo verso i giovani affinché portino avanti la tradizione del gelato artigianale.

E a partire dalla storica “Coppa d’Oro”, giunta alla 47^ edizione, anche i concorsi di MIG 2016 ruoteranno attorno a tutto questo: la “Coppa d’Oro” quest’anno potrebbe vedere due classifiche separate, under e over 35 anni, con gusti differenti: si è parlato di gelato alla birra e al melograno, anche se la conferma definitiva arriverà nel mese di giugno, e una finale che potrebbe coinvolgere direttamente AIIPA con un magic-box su un gusto più classico.

Nel corso della riunione del Comitato tecnico di MIG 2016, il presidente della Mostra, Fausto Bortolot, dopo aver invitato tutti ad alzarsi e rispettare un minuto di silenzio in memoria dell’appena scomparso Vito Calogero, Presidente dei Gelatieri pugliesi dell’Associazione Italiana Gelatieri e primo collaboratore del Presidente Nicola Netti, ha riassunto l’edizione 2015 chiudendo con la presentazione dei dati, più che positivi (in totale 26.575 visitatori, dei quali 17.899 italiani e 8.676 con attività all’estero).

Da qui il confronto con tutti i presenti, da cui sono emerse indicazioni per migliorare alcuni aspetti organizzativi dei concorsi, e soprattutto per coinvolgere ulteriori mercati della gelateria dove possono presentarsi importanti opportunità di sviluppo del business per le aziende italiane. E tra le numerose iniziative già in programma “aspettando MIG 2016”, ci sarà la presenza al Museo Nazionale di Archeologia di Zagabria il 9 luglio con la Fondazione Dolomiti UNESCO e il National Geographic, e tra settembre e ottobre ancora Croazia, ma anche Slovenia e Repubblica Ceca. Si stanno concretizzando inoltre degli accordi con diverse realtà argentine. E tornando in Italia, oltre alla presenza alla partenza della 14. tappa del Giro d’Italia in Alpago il 21 maggio e a Cortina il 13 agosto, si sta lavorando molto nella valorizzazione del gelato artigianale nei numerosi Hotel italiani, così come più in generale “su tutto il territorio – spiega il presidente di Longarone Fiere, Giorgio Balzan – con un progetto di promozione e diffusione che vede coinvolte importanti aziende e realtà del triveneto, nonché del mondo della televisione – sottolineando anche lo – spirito di collaborazione della Fiera, sia con le varie rappresentanze del mondo del gelato che con le Associazioni di categoria e con le aziende, vero valore aggiunto della MIG”.

Share

Comments are closed.