Tuesday, 19 November 2019 - 15:37
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Mafia in Veneto, M5S: “Dati allarmanti, per questo presentiamo un progetto di legge per rafforzare i diritti del Veneto contro la mafia”

Mag 24th, 2016 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Jacopo Berti - Movimento 5 Stelle

Jacopo Berti – Movimento 5 Stelle

Il report di Unioncamere e Libera rivela che la confisca dei beni in mano alla criminalità organizzata ha registrato un considerevole balzo in avanti: dagli 88 beni confiscati in Veneto nel 2013, si è infatti passati ai 186 nel 2015. Nella regione è soprattutto la camorra ad operare e lo fa perché attratta dalle possibilità di riciclaggio.

Il capogruppo dei 5 Stelle, Jacopo Berti, ha presentato un progetto di legge per rafforzare i diritti della Regione rispetto all’attuale legge antimafia del Veneto: nel caso di reati legati alle mafie e ai rapporti fra mafia e politica, il M5S chiede che la Regione possa costituirsi automaticamente e in modo obbligatorio – e quindi non in maniera facoltativa – parte civile.

“Dopo la relazione parlamentare sulle ecomafie in Veneto arriva un’altra batosta per la nostra Regione. – spiega Berti – La camorra prolifera da queste parti e noi non ci stiamo a lasciare che il Veneto diventi ‘eccellenza’ del riciclaggio, permettendo a dei criminali di fare affari a scapito delle aziende oneste che lavorano in trasparenza. La mafia, di qualunque tipo sia, deve essere debellata severamente dal Veneto. Ci aspettiamo, anzi pretendiamo, una seria presa di responsabilità da parte delle istituzioni, opposta al silenzio di cui parlano i relatori dell’indagine”.

Il consigliere regionale M5S Simone Scarabel, commenta: “Questi dati sono allarmanti. Don Ciotti spiega che le mafie prosperano grazie a complicità e connivenze. Ma a loro vantaggio operano anche il silenzio e l’indifferenza. E’ proprio questo il problema che voglio sottolineare. Per omertà o per pudore in Veneto si incontrano difficoltà a parlare di mafia. Ma il silenzio è complice della mafia. E’ per questo che mi faccio promotore nell’informare al riguardo e nel divulgare la cultura dell’antimafia. Libri come “Mafia a Nordest” e altre iniziative culturali devono essere sostenuti dalle istituzioni, per ispirarci ad affrontare un problema reale e gravissimo”.

 

Share

Comments are closed.