Wednesday, 22 November 2017 - 13:15

Coltrondo, storia senza fine. Piccoli: “Non ci sono soldi, gli impegni del governo restano lettera morta”

Apr 29th, 2016 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore
Giovanni Piccoli, senatore Forza Italia

Giovanni Piccoli, senatore Forza Italia

“Dalle poche righe scritte dall’Anas emerge chiaramente che non ci sono i soldi per Coltrondo e che gli impegni del Governo restano lettera morta. L’Esecutivo si trova ancora una volta con il cerino in mano. E, come sempre, tra il dire e il fare c’è di mezzo il Pd”.

A dirlo è il senatore Giovanni Piccoli dopo aver ricevuto una lettera di chiarimenti da parte di Anas dove, riguardo all’opera pubblica, si legge che “vi è la volontà di procedere con entrambi gli interventi compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili”.

La lettera è stata inviata al sindaco di Santo Stefano e per conoscenza ai vari rappresentanti politici e istituzionali.

“A un anno e mezzo dall’emergenza siamo al “vorrei ma non posso”, un po’ pochino se consideriamo le parole roboanti dei rappresentanti di Governo saliti in Comelico nei giorni caldi delle frane”, afferma Piccoli, che, a suo tempo, aveva appoggiato la richiesta di chiarimenti del primo cittadino. “Ha fatto bene a non fidarsi e a scrivere a chi di competenza”.

“Siamo arrivati a un punto di non ritorno: o l’Esecutivo mette sul piatto soldi veri per quella che è stata definita la prima priorità viabilistica della Regione Veneto o il Comelico rischia un isolamento ingiustificabile e mortificante”, prosegue il senatore, che ricorda come – all’interno della discussione della legge di stabilità – fosse stato bocciato un suo emendamento (proposta di modifica articolo 27 al DDL 2111) con cui si assegnavano 70 milioni di euro in tre anni ad Anas Spa per la realizzazione dell’importante infrastruttura.

“Il Pd aveva stralciato il mio emendamento dicendo che, a tempo debito, sarebbero state trovate le risorse. In attesa che qualche rappresentante del Governo estragga il coniglio dal cilindro, lo spettacolo è impietoso, soprattutto perché si gioca sulla pelle di territori tra i più periferici del Paese”, la conclusione di Piccoli.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.