Friday, 19 January 2018 - 11:06

La Regione capisce finalmente la gravità della situazione dei Pfas e corre ai ripari. Berti: “Bottacin voleva denunciarci per procurato allarme, ora chieda scusa ai veneti e si rimbocchi le maniche”

Apr 22nd, 2016 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore
Jacopo Berti - Movimento 5 Stelle

Jacopo Berti – Movimento 5 Stelle

La Regione comprende la gravità della situazione dell’inquinamento da Pfas e corre ai ripari. Ma meno di un mese fa, durante il consiglio straordinario sull’argomento tenutosi a palazzo Ferro-Fini, le argomentazioni del Movimento 5 Stelle e delle opposizioni erano state oggetto di critiche da parte dell’assessore veneto all’ambiente, Gianpaolo Bottacin. Il quale aveva anche minacciato di denunciare gli esponenti del Movimento 5 Stelle per procurato allarme.

“Durante il consiglio regionale straordinario sui Pfas l’assessore ha detto in aula e alla stampa che stava valutando gli estremi per denunciarci per procurato allarme – attacca ora Jacopo Berti, capogruppo del Movimento 5 Stelle in consiglio regionale – ma alla luce di quello che è emerso ieri spero che abbia la decenza di vergognarsi e di pensarci su due volte, prima di sventolare infantili minacce. Ne va della dignità e serietà dell’istituzione che rappresenta”.

“Quando Bottacin avrà finito di giocare con le carte bollate speriamo pensi a lavorare, magari meglio di quanto ha fatto finora: abbiamo 350mila persone a rischio, sono loro la priorità – continua Berti – Io mi chiamo fuori dai dispetti di palazzo, io continuo a combattere contro i Pfas, come negli ultimi 3 anni, per difendere la salute dei cittadini. Se Bottacin vorrà venire a darci una mano, noi siamo in trincea da tempo e c’è posto per tutti. Ora chieda scusa a tutti i veneti per aver minacciato e trattato come delinquenti cittadini, associazioni, il Movimento 5 Stelle e tutte le opposizioni in consiglio regionale, colpevoli solamente di avere detto la verità”.

Nel corso della riunione dei capigruppo di giovedì è stata presentata una risoluzione per accorciare i tempi degli interventi legati ai Pfas: “Un mese fa ci sbeffeggiavano e ora corrono ai ripari perché hanno finalmente capito quanto è grave la faccenda – si rammarica il capogruppo M5S – noi del Movimento 5 Stelle lavoriamo ogni singolo giorno da molto tempo per tutelare i cittadini, per informarli e per proteggerli. E gli esposti che noi soli abbiamo formalizzato sull’argomento dei Pfas lo dimostrano, assieme a tutte le azioni che abbiamo intrapreso per far venire a galla la verità. La buona politica, quella al servizio del cittadino, ha il dovere di dire cose scomode per tutelare la salute pubblica, per affrontare seriamente il problema e soprattutto per risolverlo. In ogni caso non me ne faccio nulla delle scuse personali o politiche di Bottacin, quelle le dia ai veneti, a cui ha mancato di rispetto”.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.