Sunday, 21 January 2018 - 08:22

Caso Sappada. Toscani: “Non ho più un ruolo pubblico, ma la vicenda mi obbliga a parlare”

Apr 1st, 2016 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
L’ex VicePresidente del Consiglio regionale Veneto, ora esponente di FARE! prende la parola sul caso Sappada ” Mentre il malcontento generale cresce, il silenzio assordante dai Palazzi Balbi e Piloni continua.”
Matteo ToscaniNel panorama politico locale la sua voce mancava da tempo ma, dopo quello che ormai è diventato il “Caso Sappada”, Matteo Toscani riprende la parola.
“Da tempo non ho incarichi pubblici per cui evito di intervenire nel dibattito politico ma, essendo stato a suo tempo presentatore e relatore della mozione su Sappada in Consiglio regionale, questa volta mi permetto di esprimere il mio pensiero. I recenti fatti intervenuti hanno reso evidenti alcuni aspetti che, fino a poco tempo fa, potevano sfuggire.
Innanzitutto la debolezza disarmante del Consiglio provinciale che, con un ruolo di assoluta sottomissione a Bressa e De Menech, ha partorito la grande porcata costituita dalla richiesta a Roma di non decidere.
Lo ha fatto con un documento quantomeno discutibile e con il debole alibi di considerarlo un atto dovuto per tutelare il dogma dell’integrità territoriale bellunese.
Anche da Venezia, comunque, sono arrivati segnali dal Balbi per nulla autonomisti, profondamente incoerenti con gli atti approvati dal Consiglio e stridenti con la tutela della possibilità di autodeterminazione spesso sbandierata dal maggior partito che sostiene il Governatore.
Nulla di nuovo invece da Roma che, dopo i passaggi favorevoli voluti e sostenuti dalla Senatrice Bellot, è tornata alla vecchia abitudine di far sedimentare ogni velleità di riforma ed ambizione di cambiamento.
Ho trovato invece interessante, anche se espressa da un’importante esponente del partito che sostiene il Governo e quindi in palese contraddizione con l’operato di quest’ultimo (vedi azioni compiute per mano di Bressa),  la proposta/provocazione di annessione della provincia di Belluno al Friuli Venezia Giulia.
Non che gli amici della Carnia siano particolarmente soddisfatti delle politiche regionali per la montagna ma almeno, per una volta, a differenza dei confinanti ad ovest, c’è qualcuno che ci invita ad aggregarci.
Poteva essere uno stimolo per la nostra Regione ad applicare previsioni statutarie e di legge su Belluno, ma da questo punto di vista, il silenzio assordante dai Palazzi Balbi e Piloni sembra continuare.
Il malcontento generale intanto cresce, matura da protesta a rassegnazione, resta indifferente alle roboanti proposte di prolungamenti ferroviari, varianti stradali ed altro ancora, ma vede nella questione Sappada la possibile chiave per favorire la nascita di nuovi scenari istituzionali.”
Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.