Friday, 22 November 2019 - 17:47
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Raccolta rifiuti. Le precisazioni del sindaco di Sedico Stefano Deon

Feb 29th, 2016 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore
Srefano Deon

Srefano Deon

“L’Amministrazione Comunale, come promesso, sta lavorando per portare a Sedico un sistema di raccolta dei rifiuti moderno, efficiente e di maggiore qualità rispetto al passato ed a costi più bassi per le famiglie”.
Lo precisa in una nota il sindaco di Sedico Stefano Deon.
“Un sistema che responsabilizza molto di più tutti noi verso la cura e l’attenzione che merita l’ambiente in cui viviamo.
Si sono svolte fino ad ora 5 serate informative a cui hanno partecipato oltre 2.500 persone, incuriosite da questa grande rivoluzione che andrà a migliorare la vita di tutti noi cittadini. Rivoluzione che è indispensabile per portare il nostro Comune fuori da quella situazione causata da oltre 10 anni di mancate scelte e la politica, si sa, se non sa decidere è inutile. Abbiamo ereditato livelli di raccolta differenziata indegni per il terzo Comune della Provincia: ne siamo purtroppo la maglia nera e non arriviamo nemmeno al 50%, con penalizzazioni per i cittadini costretti a pagare una eco tassa regionale. Il territorio poi è disseminato di piazzole che a causa della maleducazione di pochi sono costantemente trasformate in discariche, situazione che i cittadini non mancano di segnalarci continuamente. I Sindaci in questo momento hanno il fiato sul collo della Corte dei Conti che, come successo in Liguria, punisce coloro che non raggiungono i livelli di raccolta differenziata imposti dalla legge. Ricordo che l’obiettivo da raggiungere è il 76% e che quindi la strada da fare è ancora lunga.

In un contesto come questo non potevamo non cambiare sistema – prosegue il sindaco – , soprattutto perché il contratto d’appalto con il precedente gestore è scaduto da mesi e in un vuoto legislativo dovuto alla mancata costituzione del consiglio di bacino, per la quale Sedico non ha colpe, l’alternativa era di lasciare i rifiuti sulle strade. Quindi, nel pieno rispetto delle norme vigenti, per garantire una continuità di servizio, siamo andati avanti nella strada della raccolta differenziata spinta che proponevamo ancora quando il gruppo “Progetto per Sedico” era in minoranza.
Evidentemente agli attuali gruppi di minoranza tutti questi problemi non interessano, nonostante abbiano contribuito a crearli, a loro interessa solo fare polemiche, andare sui giornali e insultare sui social network.
A questi narratori di lamenti interessa solo portare discredito e gettare fango sul lavoro degli altri, lavoro che per altro alcuni di loro avrebbero potuto fare in dieci anni di amministrazione.
Così, nonostante tutta la nostra disponibilità, è molto difficile collaborare.
Noi andiamo avanti lo stesso realizzando in soli due anni quello che abbiamo promesso a nostri cittadini, cercando di portare a Sedico servizi più efficienti a costi più bassi. Prendiamo atto – conclude la nota del Primo cittadino di Sedico – che altri vogliono mantenere inalterato lo stato delle cose con grave danno per tutti.
Share

2 comments
Leave a comment »

  1. La equazione maggiore raccolta differenziata uguale migliore servizio e maggiori benefici per i cittadini sta solo nella testa del sindaco Deon (anche di altri per la verità strutturati come lui). Ponte nelle Alpi è molto più avanti di lui come raccolta differenziata ma non mi pare che i conti della loro società siano così rosei. Quando un sindaco capirà che non è lì per raggiungere quote di differenziazione ma per smaltire rifiuti nel modo migliore sotto il punto di vista ambientale ed economico sarà un bel passo in avanti per tutti.

  2. Soprattutto se riesce a farlo senza fare impazzire i cittadini.