13.9 C
Belluno
martedì, Luglio 14, 2020
Home Prima Pagina Finali interregionali delle Olimpiadi di astronomia

Finali interregionali delle Olimpiadi di astronomia

studenti auronzo a TriesteDomenica e lunedì 21 e 22 febbraio l’osservatorio astronomico di Trieste ha ospitato la gara interregionale del Triveneto delle Olimpiadi italiane di astronomia, alla quale hanno partecipato anche alcuni studenti provenienti dalla provincia di Belluno.

40 ragazzi e ragazze, 20 per la categoria junior e 20 per quella senior, provenienti dalle scuole del Triveneto si sono sfidati lunedì pomeriggio all’Istituto Nautico nella risoluzione di problemi di astronomia e astrofisica, per selezionare i 5 ammessi alla gara nazionale che si svolgerà ad aprile a Milano.

Oltre alla gara il programma, a differenza delle altre sedi in Italia dove è prevista solo la prova scritta, si è articolato in due giorni di incontri: domenica pomeriggio un astronomo dell’Inaf di Trieste ha raccontato e illustrato ai ragazzi la sua esperienza di lavoro in Antartide, proseguendo poi con la visita alla specola M. Hack a Basovizza, l’incontro con i ricercatori e le osservazioni ai telescopi; lunedì mattina i ragazzi hanno partecipato alla riunione presso la sede cittadina dell’Osservatorio di Trieste in via Bazzoni 2, con il saluto agli studenti arrivati in finale,la consegna dell’attestato di partecipazione e la conferenza del prof. Stefano Cristiani, che ha illustrato la sua esperienza nel deserto di Atacama in Cile.

Sono stai ben 17 gli studenti delle medie inferiori e superiori della provincia di Belluno che sono stati ammessi alla gara di selezione interregionale del 22 febbraio a Trieste per il Friuli Venezia Giulia, Veneto e Trentino Alto Adige.
Tra essi molto nutrita la rappresentanza dei ragazzi cadorini, provenienti sia dall’ Istituto Comprensivo di Auronzo e di Domegge sia dal Liceo Scientifico Fermi di Pieve.

Un’esperienza particolarmente emozionante per gli esordienti studenti della scuola media selezionati per la categoria junior: Sara Cattaruzza Pino, Valentina Da Vanzo, Mario Perin De Iaco (Comprensivo Auronzo) e Elena Giacomelli (Comprensivo Domegge) accompagnati a Trieste dalla professoressa Laura Paludetti, promotrice del progetto presso l’Istituto Comprensivo di Auronzo e Domegge. Grazie alla disponibilità dell’astrofisica cadorina dott.ssa Giulia Iafrate i giovanissimi hanno potuto avvicinarsi all’astronomia attraverso degli incontri preparatori che la dott.ssa Iafrate ha tenuto al planetario Nicolò Cusano di Cortina e alla Biblioteca di Calalzo.
Conoscere da vicino chi scruta quotidianamente il cielo e toccare con mano gli strumenti ipertecnologici utilizzati dagli astrofisici ha sicuramente aperto cuore e mente dei ragazzi su un universo affascinante e tutto da scoprire, un’esperienza che rimarrà impressa nella memoria di tutti i partecipanti.

 

Share
- Advertisment -



Popolari

Valorizzazione delle falesie del Nevegal. Marco Bogo: «Collaborazione con associazioni e Cai per il recupero sportivo e ambientale»

Valorizzare le falesie già conosciute e recuperare ambientalmente e sportivamente quelle meno note, con la collaborazione delle associazioni e dei comuni del comprensorio del...

Perché nessuno ne parla? Interpellanza di Fabio Bristot ‘Rufus’ sulla nuova caserma dei Vigili del Fuoco

NEL 2009 (duemila-e-nove!!) VENGONO ASSEGNATI I LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA CASERMA DEI VIGILI DEL FUOCO. NEL 2020… CON GIA’ QUALCHE SOTTOSERVIZIO NON...

Il Rifugio Averau certificato tra “I cieli più belli d’Italia”per l’Astroturismo. Il 20-21 luglio celebra “Lo Sbarco sulla Luna”

Nel cuore delle Dolomiti c’è un suggestivo rifugio di montagna in cui poter tornare ad ammirare il cielo stellato e la Via Lattea: il...

Recuperati due escursionisti sulla Ferrata degli alleghesi

Val di Zoldo (BL), 13 - 07 - 20    Attorno alle 18 è scattato l'allarme per una coppia di escursionisti che, ormai quasi...
Share