13.9 C
Belluno
lunedì, Maggio 25, 2020
Home Cronaca/Politica Sebastiano Casoni eletto segretario provinciale dei Giovani Democratici

Sebastiano Casoni eletto segretario provinciale dei Giovani Democratici

giovani-democratici-leggerissimaI Giovani Democratici della provincia di Belluno hanno eletto il loro nuovo segretario provinciale. Sarà Sebastiano Casoni (27 anni, consigliere comunale e Segretario PD a Sedico) a guidare l’organizzazione giovanile del Partito Democratico, prendendo il posto di Lillo Trinceri.
Inoltre, sono stati eletti i due segretari comunali: per Belluno Alessandro Da Rold, per Feltre Giuseppe Gris.

Il documento politico, presentato e discusso durante la seduta congressuale provinciale, delinea ai vari livelli istituzionali – dall’Europa agli enti locali – le idee e le proposte dei Giovani Democratici. Consapevoli della necessità di un passaggio generazionale che sia in grado di riportare fiducia nella politica e nell’impegno civile, i GD bellunesi immaginano un’Europa progressista, non solo attenta alle politiche economiche comunitarie ma anche alle politiche sociali e di welfare; un’Italia che continui con ancor più determinazione il percorso delle riforme avviato dal Governo Renzi; un Veneto che, rispettando i dettami della legge regionale 25/2014, si impegni a riconoscere le risorse necessarie alla gestione delle competenze previste dalla nostra specificità; una provincia che miri a politiche di sviluppo unitarie, senza campanilismi, per una razionalizzazione e un miglioramento dei servizi.

Il fulcro del dibattito è stato il punto riguardante l’unitarietà del centro-sinistra in vista delle prossime elezioni amministrative. “Credo che i Giovani Democratici possano fare da collante per l’intero centro-sinistra. E’ forte la necessità di perseguire un’unitarietà tra chi condivide i nostri stessi ideali, anche se con sfumature diverse. Questo aspetto sarà importantissimo nelle partite delle elezioni amministrative dove solo la cooperazione e l’unità potranno scongiurare il ritorno ad una gestione disastrosa del centro-destra nel nostro territorio” – afferma Casoni. “Non possiamo più permettere alle forze politiche di centro-destra, che hanno già dimostrato tutta la loro incapacità amministrativa, di tornare a governare, in particolar modo le città di Belluno e Feltre, le cui scelte politiche e amministrative ricadono inevitabilmente sulle comunità di tutta la provincia. E’ dunque necessario che tutti i partiti di centro-sinistra e i movimenti che hanno a cuore il futuro del territorio bellunese uniscano le forze, onde evitare il ripetersi di errori che abbiamo già visto in passato.”

Per questo i Giovani Democratici provinciali chiedono un incontro ai sindaci delle due città, Jacopo Massaro e Paolo Perenzin, per discutere del futuro di questi due poli all’interno di una visione che guiderà lo sviluppo di tutta la provincia.

Share
- Advertisment -

Popolari

Frontale auto moto nella galleria del Vajont

E' successo nel pomeriggio di oggi, domenica 24 maggio, nella galleria che costeggia la diga del Vajont, nel Comune di Erto e Casso. Un motociclista...

Protezione civile del Veneto: ecco i numeri dell’emergenza covid-19

107.550 giornate/uomo di lavoro donate alla collettività, pari a un valore economico di 23.661.000 euro. Sono queste le straordinarie macrocifre che sintetizzano l’attività finora svolta...

Parte anche a Belluno il Progetto pomodoro

Venerdì 22 maggio, giornata internazionale dedicata alla biodiversità, ha ufficialmente preso il via un interessante progetto di sperimentazione e miglioramento genetico in campo del pomodoro anche...

Grave un anziano rinvenuto a Fastro di Arsié

Arsiè (BL), 24 - 05 - 20  - Attorno alle 8.30 la Centrale del 118 è stata allertata da alcuni passanti che avano rinvenuto...
Share