Friday, 22 November 2019 - 17:40
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Infortuni. 105 vittime sul lavoro a Nordest nel 2015, un incremento del 20,7% rispetto al 2014

Feb 10th, 2016 | By | Category: Lavoro, Economia, Turismo, Prima Pagina

lavoro operaiIn Veneto 71 infortuni mortali. 19 in Trentino Alto Adige, 15 in Friuli Venezia Giulia. A Verona il maggior numero di vittime (15) seguita da Venezia (14), Vicenza (12, Padova (11), Bolzano e Treviso (10), Trento (9), Rovigo (7), Udine e Pordenone (6), Trieste e Belluno (2), Gorizia (1).  

Sono 105 i morti sul lavoro a Nordest a fine dicembre 2015. Una strage che continua a crescere e che fa rilevare un incremento del 20,7 per cento rispetto al 2014 quando le vittime erano 87.

E’ questo l’ultimo sanguinoso bilancio delle morti bianche a Nordest elaborato dagli esperti dell’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega Engineering di Mestre sulla base di dati Inail relativi al periodo gennaio – dicembre 2015.
Ed è il Veneto a contare il maggior numero di infortuni mortali accaduti in occasione di lavoro con 71 decessi, lasciandosi alle spalle il Trentino Alto Adige con 19 e il Friuli Venezia Giulia con 15.
Per quando riguarda le province, è Verona quella che fa rilevare il maggior numero di decessi a Nordest (15). Seguita da Venezia (14), Vicenza (12), Padova (11), Bolzano e Treviso (10), Trento (9), Rovigo (7), Udine e Pordenone (6), Trieste e Belluno (2), Gorizia (1).
Il settore più colpito è quello delle Costruzioni (17,1 per cento del totale delle vittime), seguito dai Trasporti e Magazzinaggi (12,4 per cento del totale delle vittime), e dalle Attività Manifatturiere (che incide per il 11,4 per cento sul totale delle vittime).
Gli stranieri che hanno perso la vita da gennaio a novembre sono stati 23. Le donne decedute sul lavoro nel 2015 sono state 3. Mentre le fasce d’età più colpite a Nordest sono quelle che vanno dai 45 ai 54 anni (41 infortuni mortali) e dai 55 ai 64 anni (28 infortuni mortali).

Share

Comments are closed.