13.9 C
Belluno
lunedì, Giugno 1, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Nasce il Merendero da due mamme imprenditrici di Selvazzano. Street food genuino

Nasce il Merendero da due mamme imprenditrici di Selvazzano. Street food genuino

merenderoUn’idea e l’opportunità del Fondo per l’imprenditoria femminile. Così due mamme, due imprenditrici, due amiche e vicine di casa, entrambe di Selvazzano (Padova) hanno dato vita al progetto “Il Merendero”.

Hanno pensato di mettersi insieme per proporre una merenda sana ai bambini prima di tutto e perchè no anche agli adulti. E se Maometto non va alla montagna, perchè sembra sempre complicato o ci vuole tempo per preparare una merenda sana e gustosa, ecco che la montagna va da Maometto.

Nasce da qui il Merendero un apecar attrezzato che girerà i parchi, le festine per i bambini, i campo sportivi, le occasioni pubbliche in cui saranno presenti le famiglie con i più piccoli e si muoverà anche su chiamata, in particolare in feste private all’aperto per offrire stuzzichini e bevande appetitose: spremute spiedini di frutta, panificati e prodotti di pasticceria tutti artigianali e a km 0, provenienti da aziende e artigiani del territorio.

Il Merendero è un mezzo mobile attrezzato che propone il tanto in voga street food ma sano, fresco e a km 0 , appositamente studiato nelle dimensioni e allestimenti per i bambini e ragazzi.

Il debutto è fissato per giovedì 11 febbraio a Padova, in via Cave in zona aeroporto alle 7.00 del mattino, in tempo perfetto per accogliere gli studenti che vorranno iniziare la giornata con una colazione da leccarsi i baffi o acquistare qualcosa di buono da mangiare a scuola durante l’intervallo.

La sede operativa e la postazione fissa del Merendero sarà proprio qui, in via Cave, dove, sempre al mattino presto, sarà aperto dal lunedi al venerdì per offrire la colazione e la merenda ai ragazzi che vanno a scuola.

Le due menti sono Federica Piccolo nella sua “prima vita” libera professionista consulente per la ricerca e l’innovazione e Monia Marchioro che lavora nell’azienda di trasporti di famiglia. Entrambe manterranno i loro primi lavori accanto a quello del Merendero. Le due donne abitano fianco a fianco a San Domenico di Selvazzano, due i figli di Federica, tre quelli di Monia.

Il Merendero nasce da un’attenta osservazione di quello che mangiano quotidianamente i loro piccoli, dalla percezione di un “vuoto” di servizi ambulanti con prodotti per gli under 16, unita alla voglia di inventare qualcosa di redditizio assieme.

E così Federica e Monia chiedono un finanziamento alla Regione tramite il Fondo per l’imprenditoria femminile che approva subito l’idea, arrivata a Venezia all’inizio del 2015 e nell’ottobre dello stesso anno arrivano i soldi chiesti. Soldi che sono andati a coprire in particolare la struttura quindi l’apecar e l’allestimento dello stesso.

“Abbiamo già stipulato accordi con panifici e pasticcerie – spiega Federica – che ci daranno la materia prima che distribuiremo con il Merendero. Ora si tratta solo di partire e di far assaggiare le bontà sane e fresche che andremo a vendere”.

“Il Merendero non avrà giorni di chiusura – continua Monia – ma sarà disponibile anche su chiamata 7 giorni su 7 e lo vedremo in particolare attivo nella stagione primaverile ed estiva”.

Per aprire il Merendero Federica e Monia hanno formato preventivamente una snc, prerequisito fondamentale per ottenere il finanziamento della regione, assieme al fatto che i 2/3 della stessa dovessero essere donne. Nelle loro previsioni il Merendero darà lavoro anche a qualche giovane neo-diplomato della scuola alberghiera di Abano, che le affiancherà nella vendita.

A sostenerle in questa avventura anche la Banca di Credito Cooperativo di S.Elena di Selvazzano. “Anche in questo caso – continua Federica – abbiamo scelto di farci aiutare dal territorio e devo dire che hanno accolto con entusiasmo la nostra proposta e ci hanno concesso un fido per la partenza dell’attività”.

Per scelta Federica e Monia hanno deciso di aprire solo la pagina facebook della loro attività per comunicare coi giovani, usando i social https://www.facebook.com/merendero.merenda?fref=ts . Per contattare il Merendero invece è possibile scrivere o chiamare le due imprenditrici a questi riferimenti: merendamerendero@gmail.com 348/0714275.

Share
- Advertisment -

Popolari

Massaro e Perenzin sollecitano Zaia: «Asili nido ancora fermi. Vogliamo riaprirli, la Regione si decida»

  Appello dei sindaci bellunesi alla Regione Veneto affinché provveda alla riapertura degli asili nido: l'ordinanza regionale n. 50 dello scorso 23 maggio - che...

Escursionista si perde nella nebbia

Ponte nelle Alpi (BL), 31 - 05 - 20    Alle 11.15 circa la Centrale del 118 è stata contattata per avere informazioni da...

On line il sito dell’Associazione proprietari Nevegal. Progetti per rendere vivibile il Colle tutto l’anno

Il Covid-19 non ha fermato l’Associazione proprietari Nevegal che in questi mesi ha realizzato un sito internet www.associazioneproprietarinevegal.it e condiviso idee e progetti con...

Auronzo. La giunta mette a disposizione 500mila euro del Fondo Comuni Confinanti per l’emergenza covid-19

La giunta comunale di Auronzo di Cadore ha convocato in Sala consiliare i presidenti delle Regole, dell’Ente Cooperativo, del Consorzio Turistico, dello Iat, del...
Share