Thursday, 21 November 2019 - 21:01
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Ulss 1: Corso per i Medici di Assistenza Primaria sulle malattie non trasmissibili 

Feb 3rd, 2016 | By | Category: Prima Pagina, Sanità

mediciIn Europa le malattie non trasmissibili (malattie cardiovascolari, neoplasie, disturbi mentali, diabete mellito, malattie respiratorie croniche e affezioni muscolo scheletriche) sono responsabili dell’86% dei decessi.
Gli stili di vita pesano per il 50% sulla durata della vita in buona salute, sono fattori modificabili e sono la base per la prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili. Alla luce di questa consapevolezza il Dipartimento di Prevenzione è chiamato ad identificare, sviluppare e realizzare quei processi che mettono in grado le persone di aumentare e migliorare il controllo sulla propria salute.
Nella rete delle alleanze per lo sviluppo delle strategie per la prevenzione ed il controllo delle malattie croniche il Medico di Assistenza Primaria diventa il primo interlocutore, sia per la conoscenza diretta delle problematiche, sia per il ruolo privilegiato che può assumere nell’orientare le scelte dei propri assistiti.
In tale logica, il Dipartimento di Prevenzione dell’ULSS 1 ha organizzato il corso “Salute 2020: la trasformazione della prevenzione. Dalla ricerca delle cause della malattia alla ricerca delle fonti della salute. Attualità e nuovi programmi”.
Tra i docenti vi sono medici del Dipartimento di Prevenzione e delle Dipendenze dell’ULSS 1 e specialisti in Medicina dello sport oltre che naturalmente una Pediatra di libera scelta e un Medico di Assistenza primaria dell’ULSS 1; darà il suo apporto, inoltre, anche un esperto del Coordinamento Regionale dei Programmi di screening.
Le finalità dell’incontro sono quelle di sviluppare un’ alleanza con i Medici di Assistenza Primaria per mettere in atto quei processi in grado di accrescere ed estendere il controllo degli assistiti sulla propria salute.
L’evento formativo si svolgerà il prossimo 18 febbraio alle ore 16,00 presso la Sala riunioni dell’Ospedale San Martino.
Per consentire la partecipazione del maggior numero possibile di professionisti, l’Azienda ha concesso nella giornata l’anticipo del Servizio di continuità assistenziale (guardia medica) dalle ore 15,00 per i soli medici partecipanti.

Share

Comments are closed.