Thursday, 21 November 2019 - 15:50
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Mobilità giovanile europea. Ora il Comitato d’Intesa può anche ospitare progetti SVE, oltre che coordinarli e inviare giovani

Feb 3rd, 2016 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Il Comitato d’Intesa di Belluno ha ottenuto dall’Agenzia Nazionale per i Giovani (ANG) l’accreditamento necessario per ospitare progetti e ragazzi in Servizio Volontario Europeo (SVE). Questo riconoscimento completa il ventaglio di possibilità nell’ambito Sve offerte dal Comitato, dopo l’accreditamento ottenuto qualche mese fa per coordinare i progetti ideati da altri enti e inviare giovani all’estero. Si tratta del primo e unico ente in provincia di Belluno a offrire questo tipo di servizio in tutti i suoi aspetti, che permette a giovani tra i 18 ed i 30 anni di vivere un’esperienza di volontariato all’estero, e ora anche ai loro coetanei europei di venire qualche mese a fare attività di volontariato in provincia di Belluno.

Nevio Meneguz e Giorgio Zampieri

Nevio Meneguz e Giorgio Zampieri

«Siamo pronti a questa nuova sfida che apre il nostro ente verso una dimensione per noi innovativa come quella della mobilità giovanile in Europa», affermano il presidente del Comitato d’Intesa Giorgio Zampieri e il direttore del Csv Nevio Meneguz, «per la prima volta in provincia un ente ottiene tutti gli accreditamenti necessari per lo Sve, sia come invio che come ricezione di giovani, permettendo di instaurare un ciclo virtuoso di scambi e connessioni che possono avere ricadute importanti sia per i giovani bellunesi sia per il nostro territorio. Il percorso dello Sve è ancora poco esplorato dai Csv in Italia, ma noi ci crediamo perché pensiamo possa essere uno stimolo importante per il Terzo settore, da collegarsi in maniera sinergica con tutte le altre progettualità che abbiamo consolidato negli anni, come quella del Servizio civile».
Sono già attive alcune offerte per progetti di volontariato presso associazioni no profit europee, così come saranno attivati progetti specifici per ospitare nel bellunese giovani dall’estero. Per qualsiasi informazione è possibile contattare il Centro Studi Ricerca e progettazione del Csv Belluno all’indirizzo centrostudiricerca@csvbelluno.it.

SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO
Il Servizio Volontario Europeo è un programma di volontariato internazionale finanziato dalla Commissione Europea all’interno del programma Erasmus+ e ha l’obiettivo di migliorare le competenze e l’occupabilità dei giovani. Il finanziamento della Commissione Europea prevede la copertura completa dei costi di vitto e alloggio del volontario, un rimborso delle spese di viaggio erogato sulla base delle distanze chilometriche, un compenso mensile e una copertura assicurativa per tutto il periodo di volontariato all’estero. La durata del Servizio Volontario Europeo varia dalle due settimane ai 12 mesi. Grazie alla dimensione interculturale e all’approccio non-formale, il Servizio volontario europeo è un’opportunità unica per entrare in contatto con culture diverse dalla propria e acquisire nuove competenze e capacità utili alla propria crescita personale e professionale. Obiettivo dello Sve è quello di diffondere tra i giovani la cultura della solidarietà, della tolleranza, della comprensione reciproca e della partecipazione, proponendo loro un’esperienza di volontariato presso organizzazioni no profit europee. Si tratta di un’opportunità unica di conoscenza e formazione non formale, a conclusione della quale è previsto il rilascio di un certificato sulle competenze acquisite.

Share

Comments are closed.