Thursday, 14 November 2019 - 03:25
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Truffe on line. Il vademecum della Polizia postale

Dic 22nd, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

polizia-postale-leggerissI truffatori sono sempre in agguato e pronti a sfruttare ogni occasione. L’approssimarsi delle Festività Natalizie è una possibilità in più per mettere in atto truffe ai danni dei malcapitati vacanzieri, in particolare per gli appassionati di neve e montagna.
E questa provincia, grazie anche alle numerose località turistiche sia estive che invernali, attira l’interesse di coloro che aspirano ad una vacanza nelle amene località del Bellunese, e per questo cercano sulla rete internet occasioni, inserzioni e proposte di vacanze allettanti a prezzi contenuti.
Purtroppo però le offerte di locazione e vendita immobiliare, o di imperdibili pacchetti vacanze non sempre è attendibile, e le conseguenze di annunci ingannevoli è frequentemente una denuncia alla Polizia Postale.
Con l’approssimarsi delle vacanze estive ed invernali anche la Polizia postale di belluno è interessata da varie Procure Italiane, in approfondimenti investigativi finalizzati ad individuare gli autori delle numerose truffe proposte ai danni di ignari cittadini.

Purtroppo nemmeno il fatto che l’inserzionista invii copia della documentazione inerente il bene promesso può essere considerato come fonte di garanzia.
Infatti i documenti inviati possono essere falsificati, rubati oppure smarriti dagli ignari proprietari.
Anche le forme di pagamento richieste devono essere oggetto di attenzione.
Se il pagamento proposto è tramite bonifico, questo non può dare certezza che il fornitore di quel servizio abbia le carte in regola!
Molteplici sono gli annunci che permettono il pagamento dell’inserzione su conti correnti virtuali, o intestati a persone che hanno aperto un conto corrente con documenti falsi o contraffatti.

Molto spesso gli Iban o coordinate bancarie, inducono in errore colui che legge l’inserzione, in quanto il denaro in realtà finisce per ricaricare una carta di credito prepagata, intestata a persona inesistente o prestanome.

Per questo motivo la Polizia di Stato con finalità di prevenzione ritiene opportuno diffondere alcuni consigli proprio per evitare di cadere nelle trappole degli annunci truffaldini.

Guida sicura per gli acquisti on line

1. Utilizzare software e browser completi ed aggiornati
Potrà sembrare banale, ma il primo passo per acquistare in sicurezza è
avere sempre un buon antivirus aggiornato all’ultima versione sul proprio
dispositivo informatico. Gli ultimi sistemi antivirus (gratuiti o a
pagamento) danno protezione anche nella scelta degli acquisti su Internet.
Per una maggiore sicurezza online, inoltre, è necessario aggiornare
all’ultima versione disponibile il browser utilizzato per navigare perché
ogni giorno nuove minacce possono renderlo vulnerabile.

2. Dare la preferenza a siti certificati o ufficiali

In rete è possibile trovare ottime occasioni ma quando un’offerta si
presenta troppo conveniente rispetto all’effettivo prezzo di mercato del
prodotto che si intende acquistare, allora è meglio verificare su altri siti.
Potrebbe essere un falso o rivelarsi una truffa.
E’ consigliabile dare la preferenza a negozi online di grandi catene già note
perché oltre ad offrire sicurezza in termini di pagamento sono affidabili
anche per quanto riguarda l’assistenza e la garanzia sul prodotto
acquistato e sulla spedizione dello stesso.
In caso di siti poco conosciuti si può controllare la presenza di certificati di
sicurezza quali TRUST e VERIFIED / VeriSign Trusted che permettono di
validare l’affidabilità del sito web.

3. Dietro ad un indirizzo di un sito deve esserci un vero negozio!

Share

Comments are closed.