Thursday, 14 November 2019 - 04:10
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

“Tre pennellate al posto giusto”, un Mauro Corona come non l’avete mai sentito. Sarà hard il nuovo filone letterario dell’alpinista scultore scrittore

Dic 12th, 2015 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

mauro coronaIl libro è già pronto nel cassetto. E c’è da giurare che sarà un successo. Questa volta Mauro Corona si allontana dal filone naturalistico che l’ha reso celebre, per trattare il tema erotico. Naturalmente lo fa a modo suo, diretto, senza tanti preamboli. “Basta boschi – dice sorridendo –  Tre pennellate al posto giusto (il titolo del libro che apre il nuovo filone), 102 pagine di acido solforico, che al confronto le 50 sfumature di grigio sono fiabucole da prima comunione”. E ancora  L’eros venerato (titolo del secondo volume), dove elenca 5 buoni motivi per frequentare donne anziane. “Prima di tutto perché non rimangono incinte, non telefonano la mattina, non lasciano messaggi in segreteria, non si innamorano, e te lo arrostiscono”.

Insomma, un Mauro Corona nuovo, che irride al conformismo, rompe le convenzioni, e come un ragazzino indisciplinato fa la battutaccia irriverente per vedere l’effetto che fa. Sono le ghiotte anticipazioni di un erotismo over, senza inibizioni né censure di facciata che l’artista scrittore ha fatto nel corso della presentazione del suo ultimo libro “Favola in bianco e nero”, che si è tenuta venerdì sera all’Astor di Belluno.

“La vita si scrive in brutta copia, e non c’è tempo per copiarla in bella diceva lo scrittore italo-argentino Ernesto Sabato – sottolinea Corona – motivo scatenante per il quale, non essendoci un secondo tempo da giocare, conviene giocarsi bene i 90 minuti a disposizione.  Messaggio forte e chiaro. 

I video: https://www.youtube.com/watch?v=QCvgRCgDbyA&feature=youtu.be

 

Share

Comments are closed.