Sunday, 17 November 2019 - 09:46
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Toni minacciosi dell’assessore Bottacin al Comitato acqua Bene comune e Bard: “Liberi di fare tutte le marce, ma attenzione a quello che si dichiara”

Dic 11th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Valle del Mis

Valle del Mis

La Suprema Corte di Cassazione a Sezioni unite, con sentenza n. 19389 del 9 novembre del 2012 disse no alla centrale idroelettrica in Valle del Mis.

E tuttavia l’assessore regionale Bottacin, con toni minacciosi, mette in guardia il Comitato Acqua Bene Comune e il Bard, Movimento Belluno autonoma Regione Dolomiti per il solo fatto di aver detto ciò che in sostanza ha statuito la Cassazione in sentenza, revocando le autorizzazioni e fermando a suo tempo il progetto nella Valle del Mis già in corso d’opera, del quale rimangono ancora i relitti a futura memoria.

“Ognuno è libero di fare tutte le marce che vuole – avvisa l’assessore riferendosi alla manifestazione programmata per domenica in Nevegal – , ma attenzione a quello che si dichiara. Non accetteremo ulteriori falsità in materia”. Una risposta molto dura, insomma, quella dell’assessore all’ambiente Gianpaolo Bottacin manda per conto della Regione ai comitati Acqua Bene Comune e al Bard, i quali, nel promuovere una nuova manifestazione contro le centraline idroelettriche hanno evidenziato la necessità di un moratoria e accusato la Regione di autorizzazioni “facili”.

“Avendo letto confuse dichiarazioni – conclude l’assessore – non posso evitare di sottolineare che chi insinua che le autorizzazioni sono rilasciate in modo facile deve sapere che sta dichiarando palesemente il falso e si assume la responsabilità di ciò che dichiara”.

 

Share

6 comments
Leave a comment »

  1. Nascono comitati come funghi..A quando quello… “Gnocca Bene Comune”? ???

  2. mi si dica che la regione in Valle del Mis poteva non conoscere la legge quadro che l’autorizzazione ha palesemente violato e crederò ai muli volanti . Poi al movimento Gnocca Comune del sig. Diego guarderemo se vale la pena confonderci

  3. ovvio che chi propone nuove centraline su 2cm3/ora di portata l’ha fatto con cognizione di causa e per il sommo bene comune, ci mancherebbe altro!!

  4. veramente odioso il golia che minaccia il davide di turno, oltretutto dopo aver tentato di vendere delle non riforme come panacea. si veda la vicenda del depuratore di lentiai per capire cosa cambierà col diritto di voto e non di veto dei comuni in conferenza dei servizi

  5. Bottacin dovrebbe bere molta camomilla e la smetta di fare la voce grossa, manifestare è permesso dalla costituzione. Capisco che per chi simpatizza per casapound la democrazia sia un optional ma se ne faccia na ragione il 25 luglio 1943 è passato da un pezzo. http://parliamoitaliano.altervista.org/25-luglio-1943-la-caduta-del-fascismo/

  6. Mellere-Tessarolo manco si è accorto che anche Grillo non dispiace Casapound 😀
    Giusto per rispondere a tono 🙂 : http://www.huffingtonpost.it/2013/01/28/latina-militanti-di-casapound-espongono-uno-striscione-al-comizio-di-beppe-grillo_n_2565589.html