Thursday, 14 November 2019 - 03:38
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Agricoltura. Zanoni (Pd): “13,5 milioni per i nuovi vigneti. Ma l’assessore Pan tace sugli effetti collaterali”

Dic 2nd, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Meteo, natura, ambiente, animali, Prima Pagina

 

Andrea Zanoni - consigliere regionale Pd

Andrea Zanoni – consigliere regionale Pd

“L’Assessore Pan comunica con entusiasmo il finanziamento di nuovi vigneti, ristrutturazioni, reimpianti e riconversioni per 13,5 milioni. Ben venga che ci siano fondi per i nostri imprenditori, ma Pan non dice nulla sugli effetti “collaterali” a carico della collettività”.
A dirlo in una nota il consigliere regionale del PD e vice presidente della Commissione ambiente, Andrea Zanoni.
“Mi chiedo – scrive l’esponente democratico – se sia stato fatto uno studio sugli effetti di questi vigneti: ad esempio sul dissesto idrogeologico, visti i numerosi smottamenti e frane causati dai tanti nuovi vigneti verificatesi ad esempio in numero consistente nelle colline del trevigiano.

E’ stata fatta – prosegue – una valutazione dell’impatto chimico sui nostri terreni e sulle falde acquifere a causa dei pesticidi utilizzati nei tanti trattamenti con prodotti chimici, spesso di sintesi e difficilmente degradabili? E’ stata fatta una valutazione di impatto sanitario sulle popolazioni residenti in centinaia di migliaia nelle aree limitrofe adibite a vigneti, date le ingenti quantità di prodotti chimici di sintesi alcuni dei quali riconosciuti come potenziali cancerogeni? E’ stata fatta – incalza il consigliere democratico – una valutazione sull’impatto alle aree delle nostre colline oggetto di disboscamento per poi fare spazio a nuovi impianti di vigneto? E’ stata fatta una valutazione generale sugli effetti dovuti alle modifiche di portata di torrenti e fiumi a causa della sostituzione di ampie aree di bosco con vigneti notoriamente non in grado di assorbire la stessa quantità d’acqua assorbita dai boschi?”
“Il comparto vitivinicolo – sottolinea Zanoni – è in espansione e sicuramente porta dei vantaggi economici molto importanti alle aziende del settore.

Una Regione però deve saper tutelare l’interesse pubblico e quindi non può essere cieca e deve saper valutare tutti gli aspetti e i rischi ad essa connessi. Mi sembra che in questo caso i vantaggi siano di pochi ed i costi dei vari effetti siano invece a carico della collettività. La Regione in questo caso pare non valutare la complessità degli effetti di questo fenomeno e perciò chiedo che si diano delle risposte precise a tutte le criticità derivanti da questi impianti”.
Quindi – conclude Zanoni – invito l’assessore ad effettuare una valutazione su costi e benefici di questi interventi facendo molta attenzione agli effetti su ambiente, territorio, corsi d’acqua, inquinamento dell’aria e salute”.

Share

Comments are closed.