Monday, 22 October 2018 - 17:09

Passaggio dei lavoratori di Veneto strade alla Provincia. Rsu, Sindacati Filt Ggil Veneto, Filt Cgil Belluno: “Non siamo mai stati convocati né dall’assessore regionale né dalla Provincia”

Ott 30th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Lavoro Economia Turismo, Prima Pagina
Alessandra Fontana, Segretaria Filt-Cgil Belluno

Alessandra Fontana, Segretaria Filt-Cgil Belluno

La R.S.U. Veneto Strade spa, direzione operativa di Belluno, congiuntamente alla segreteria provinciale della Filt, alla Filt Veneto e alla Camera del lavoro territoriale di Belluno legge con preoccupazione le dichiarazioni apparse oggi sugli organi di stampa rispetto ad una contrarietà espressa “dai sindacati” all’ipotesi di passaggio dei lavoratori di Veneto Strade alla Provincia.

“Riteniamo doveroso precisare di non essere mai stati convocati e di non aver mai discusso di questo con l’assessore Bottacin né con l’ente Provincia”.

Lo dichiarano in una nota la R.S.U. Veneto Strade spa Direzione operativa di Belluno, Alessandra Fontana segretaria generale Filt Cgil Belluno, Renzo Varagnolo segretario generale Filt Cgil Veneto e Ludovico Bellini segretario generale Cgil di Belluno.

“Non solo – proseguono gli organismi sindacali provinciali e regionali – , ma nel merito leggiamo con apprensione che il passaggio in capo alla Provincia riguarderebbe 61 lavoratori su 150 dipendenti della direzione operativa di Belluno. Premesso che la società Veneto Strade oggi gestisce complessivamente la manutenzione della quasi totalità della rete stradale provinciale, seppure in forza di due distinte convenzioni (quella che riguarda le cosidette “provinciali storiche” e quella che riguarda le cosidette “ex anas”), non è dato capire come e con quali finalità si ipotizza il passaggio di parte della forza lavoro a condizioni peraltro non meglio precisate.
Tanto chiarito auspichiamo che venga convocato con urgenza un tavolo di confronto con tutti i soggetti interessati che possa assicurare una soluzione strutturale al finanziamento della viabilità, garantendo la salvaguardia dei livelli occupazionali e delle condizionidi lavoro e un’efficiente gestione della rete viaria provinciale”.

 

Share

Comments are closed.