Friday, 19 October 2018 - 02:16

Centraline sul Piave

Ott 28th, 2015 | By | Category: Lettere Opinioni, Prima Pagina

lettera 1Qualche pensiero riguardo al progetto di centralina sul Piave a Belluno.
A quanto ne so la zona di Via Miari con la sua bella frana si chiamava localita’ Le frane,
storie utili da riscoprire, l’idea di fare invasi in posti dove capita che venga giù tutto
dovrebbe provocare brutti ricordi.
Tra l’altro penso che le fondate preoccupazioni dei residenti in zona su esondazioni
o altro dovevano essere già note all’amministrazione, e che la stessa amministrazione
avrebbe dovuto sottolinearle ed utilizzarle già da tempo. Già … quale amministrazione?
Forse l’autorità di bacino elettorale?
A seguire cronache più recenti.
Negli anni del Vajont si pensò di realizzare circa nella stessa zona un lago con
sbarramento simile a quello di Busche, ma il progetto fu abbandonato a causa del rischio
di deviare grandi quantità d’acqua sotto la città.
O almeno così si disse, nel caso anche questa non è male.
Altra riflessione importante credo sia quella sui Certificati Verdi, il giochetto “dei
3 bicchieri” (di prosecco) che rende così preziosi questi piccoli impianti.
Una semplice truffa politica, un robusto prelievo dalle tasche dei cittadini che stravolge
le regole di mercato e inventa i grossi introiti di questa speculazione.
Una forma di “legittima corruzione” sulla quale tutta la politica preferisce tacere
con occhi chiusi ed orecchie ben tappate.
Come ultima questione le dolorose e lacrimevoli lamentazioni sul Piave massacrato,
è terribile che sindaci ed affini se ne accorgano solo ora.
C’è qualche elezione in giro?
Perchè quello che abbiamo di fronte è un fiume scomparso con una portata ridotta al 5%,
e questo dato ci racconta che fino ad oggi si è solo distrutto e rovinato sotto gli occhi
di tutti.
Mentre nel frattempo si è continuato e si continua a guadagnare alacremente sfruttando
senza sosta la costante devastazione in corso d’opera.
Data la tragicità della situazione oggi si impone una scelta estrema, forse ascoltare
anche l’opinione di qualche pesce potrebbe fornire utili suggerimenti.

Barbieri Moreno

Belluno

Share

3 comments
Leave a comment »

  1. ma e’ è possibile che un privato (tra l’altro di un altra regione che ha gia’ molti benefit) debba usare un bene comune per scopi privati (vedi soldi)?

  2. Costruiamo muri altissimi, che ognuno stia a casa sua…..che tristezza

  3. se vengono a creare danni bene anche i muri, tristi ma utili