13.9 C
Belluno
martedì, 31 Marzo, 2020
Home Cronaca/Politica Galleria di Arsié. Piccoli scrive all'Anas: "Cantiere a rilento, dare l'esatto crono-programma"

Galleria di Arsié. Piccoli scrive all’Anas: “Cantiere a rilento, dare l’esatto crono-programma”

Giovanni Piccoli, senatore Forza Italia
Giovanni Piccoli, senatore Forza Italia

“Massima attenzione per i lavori in galleria ad Arsiè”. A chiederla in una lettera che nelle prossime ore sarà inviata all’Anas è il senatore di Forza Italia Giovanni Piccoli.

“Sto ricevendo numerose segnalazioni che parlano di lavori a rilento e di una situazione delicata dal punto di vista del traffico, soprattutto per i mezzi pesanti costretti a deviare per le scale di Primolano”, afferma Piccoli.

Da qui la necessità di “suonare la sveglia”: “Il cantiere è stato allestito da un mese ma sembra quasi immobile, ci sono pochi uomini e mezzi. Insomma, l’impressione generale è che si proceda con estrema lentezza”.

“Chiedo all’Anas di fornire delucidazioni sui lavori in corso, informando amministratori, cittadini e imprenditori, su quello che sta avvenendo e se si sta rispettando il cronoprogramma fornito all’inizio dei lavori. Ripeto, l’impressione generale è di calma piatta quando invece si dovrebbe vedere tutto un altro approccio”, rimarca il senatore di Forza Italia.

“Gli imprenditori della zona sono preoccupati: non solo quelli che operano ad Arsiè ma l’intero tessuto economico produttivo feltrino, compreso chi lavora nelle aree industriali di Seren e Fonzaso e ha visto aumentare i tempi di percorrenza e le condizioni di viaggio”, prosegue Piccoli.

“Il vecchio tracciato delle Scale di Primolano non è più in grado di sostenere il transito di mezzi pesanti. Spesso i cassoni toccano a terra e ci sono aziende di trasporto locali che parcheggiano in Valsugana e proseguono con la sola motrice. E’ una situazione di disagio che va limitata nel tempo. Parliamo di un’arteria fondamentale per l’intera provincia”.

Non mancano delle preoccupazioni ulteriori: “Fra qualche settimana cominceranno le gelate notturne e il tratto delle Scale di Primolano diventerà particolarmente pericoloso. Per questo chiedo ad Anas di vigilare perché non si verifichino disguidi e lungaggini, che diventerebbero paradossali e intollerabili”, conclude Piccoli.

Share
- Advertisment -

Popolari

A Paiane di Ponte nelle Alpi un progetto artistico triennale diretto dal maestro Vico Calabrò

In questi tempi solleviamo lo scudo contro il Covid-19, ma lo solleviamo anche a favore dell'arte e della bellezza, che ancora una volta "salverà...

Coronavirus. Donazzan: “Lavoratori senza ammortizzatori sociali, come gli educatori d’infanzia nelle Ipab”

Venezia, 31 marzo 2020 - Un assegno straordinario ad hoc, attingendo ai fondi della programmazione regionale Fse, per garantire una forma di ammortizzatore sociale...

Emergenza Coronavirus nelle case di riposo e nuovo piano della Regione. Cisl approva ma chiede impegno costante sulla sicurezza

Venezia-Mestre, 30 marzo 2020 - La tutela della salute e della sicurezza degli ospiti delle case di riposo e del personale che li assiste...

Emergenza Covid nelle case di riposo. 5 Stelle Veneto: “Zaia in ritardo su una situazione drammatica”

”Mentre in Veneto uno dei costi più alti del coronavirus lo stanno pagando gli ospiti delle case di riposo e gli operatori sanitari che...
Share