13.9 C
Belluno
venerdì, Maggio 29, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Tornano i fuochi del Bard per l'autonomia

Tornano i fuochi del Bard per l’autonomia

Bard fuochi autonomiaUn fuoco per riaccendere l’attenzione sulla montagna. Tornano sabato 24 ottobre per il quarto anno consecutivo i “fuochi per l’autonomia”, organizzati dal movimento Bard – Belluno Autonoma Regione Dolomiti.
Una tradizione inaugurata nel 2012, in occasione della fiaccolata a difesa della Provincia di Belluno che portò in piazza oltre quattromila persone: fuochi sulle montagne, visibili da valle e dalla pianura, per lanciare un messaggio chiaro. “La montagna è viva e vuole vivere, non si accontenta di sopravvivere. – spiegano dal Bard – I fuochi sulle cime significano che là c’è vita, c’è la speranza di chi non vuole lasciare quei posti. Le luci dalle montagne non sono un messaggio solo per i bellunesi, ma per tutti quelli che riescono a vederle: siamo qui, presenti, attivi, vivi, e non vogliamo andarcene”.
Per l’edizione 2015 – come per le precedenti manifestazioni – saranno una cinquantina le postazioni illuminate, dall’Agordino al Feltrino, senza dimenticare il Comelico, il Cadore, l’Alpago e la Valbelluna; dalle cime dei monti ai laghi, da malghe e rifugi alle piazze, sono centinaia i bellunesi che hanno deciso di supportare l’iniziativa.
I fuochi saranno visibili in ogni angolo della provincia dalle 20 alle 20.30 di sabato; la lista ufficiale dei focolari sarà completata nei prossimi giorni, ma l’invito a partecipare è esteso a tutti i bellunesi: “Scegliete un luogo che sentite come simbolo del vostro comune, del vostro territorio, della vostra storia; – è l’appello del Bard – da soli, con gli amici, con la famiglia, potrete lanciare anche voi il messaggio: io resisto. Il nostro motto è “Dolomiti: un orgoglio viverci, un dovere salvarci” e soprattutto in questo momento crediamo che dovrebbe diventare il motto di tutti i bellunesi. Autonomia è anche difendere le proprie radici, la propria storia, il proprio territorio, la propria identità”.
Chi volesse partecipare o volesse informazioni su modalità, luoghi già presidiati, etc. può contattare i responsabili del movimento sulla pagina Facebook “BARD – Belluno autonoma regione dolomiti”; via mail a info@bellunoautonoma.regionedolomiti.it o via telefono al 349/2966387 (Stefano).

Share
- Advertisment -

Popolari

Nigeriano arrestato per resistenza e violenza e poi rilasciato

Nel pomeriggio di oggi, giovedì 28 maggio, i carabinieri del Nucleo radiomobile di Belluno hanno arrestato O.A. classe '88 cittadino nigeriano residente a Trichiana...

Movida e motociclisti sorvegliati speciali nel weekend

Il distanziamento sociale quale inderogabile parametro per la tutela della salute pubblica, e il conseguente rafforzamento dei controlli nei luoghi della “movida” finalizzati a...

Storie di vita, #storiedirose: al via il contest fotografico e narrativo del Museo Etnografico della Provincia di Seravella

È partito in quarta #storiedirose, contest fotografico e narrativo curato dal Museo Etnografico della Provincia di Belluno. Nel giro di pochi giorni, il progetto...

Asilo di Levego. Le precisazioni della Cooperativa Kairos

Al Sindaco del Comune di Belluno Ai Signori Genitori dei bambini iscritti all’Asilo Nido Integrato di Levego Agli Organi di Stampa Roma, 25 Maggio 2020 Oggetto: lettera inviata al...
Share