Monday, 24 September 2018 - 09:24

“La scuola elementare bellunese dall’800 a Pierina Boranga”. Venerdì in Sala Bianchi la prima conferenza di approfondimento della mostra sulla Scuola Aristide Gabelli di Belluno

Ott 19th, 2015 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina
Scuole Gabelli- Belluno anni '50

Scuole Gabelli- Belluno anni ’50

Inaugurata sabato scorso 17 ottobre la mostra sulla scuola Gabelli di Belluno “la Scuola più bella d’Italia”, è la volta ora del primo appuntamento di approfondimento di carattere storico culturale.
Venerdì 23 ottobre con inizio alle 17:30, presso la Sala Bianchi a Belluno, si svolgerà la conferenza intitolata “La scuola elementare bellunese dall’800 a Pierina Boranga”.

Aprirà l’incontro, aperto a tutti, Giovanni Larese che affronterà il tema dell’evoluzione della scuola elementare bellunese nell’arco temporale di circa un secolo, dal dominio austriaco fino alla nomina, nel 1927, di Pierina Boranga a direttore didattico della scuola primaria comunale.
Si parlerà dei buoni risultati raggiunti dalla scuola primaria locale, spesso migliori di quelli medi regionali e nazionali. Come testimonia il racconto della lunga lotta all’analfabetismo, delle dinamiche delle scuole rurali e cittadine, degli importanti investimenti nell’edilizia scolastica dei primi del ‘900, del contributo dato alle discipline pedagogiche-educative nazionali da uomini di scuola bellunesi importanti come, ad esempio, Aristide Gabelli.

Nella seconda parte della conferenza Zeni Comiotto tratteggerà la figura di Pierina Boranga, raccontandone gli studi scolastici, gli episodi e le prime esperienze di giovane maestra a Domegge e poi nelle scuole rurali bellunesi. Quindi la formazione nelle scuole di Milano dove si trasferì profuga nel 1917 a causa della guerra.
Particolare rilievo formativo assume in quel periodo della vita della Boranga il lungo insegnamento nella Scuola della Rinnovata alla Ghisolfa. Dopo le mortificazioni ed il disagio personale sperimentato in altre scuole in cui, in mezzo ad alunni apatici, disciplina e bella calligrafia erano reputati gli obiettivi didattici preminenti, sotto la guida di Giuseppina Pizzigoni, fondatrice della scuola Rinnovata, la Boranga si formò con passione al metodo pedagogico su cui, rientrata a Belluno nel 1927 per succedere al vecchio direttore didattico Pastorello, costruirà la scuola e il percorso educativo della Gabelli di Belluno.

Share

Comments are closed.