Monday, 24 September 2018 - 04:17

Fondi di confine. Ai Comuni oltre 600 mila euro ogni 15 giorni. Velocizzate e semplificate le procedure, il Comitato paritetico punta a chiudere le pratiche pregresse nel più breve tempo possibile

Ott 16th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore
Roger De Menech, deputato Pd

Roger De Menech, deputato Pd

Proseguono i pagamenti ai Comuni del Comitato paritetico per la gestione dei fondi di confine. Negli ultimi quindici giorni, il Comitato ha erogato 637.282,70 euro relativi ai progetti del triennio 2010-2012. A metà ottobre 2015, il totale dei fondi versati ai Comuni ha toccato gli 11 milioni 693 mila 330 euro, di cui oltre 9 milioni solo nell’ultimo anno.

«Rimane ancora molto lavoro da fare per completare i progetti dal 2010 in poi», riporta il presidente del Comitato, Roger De Menech, «però abbiamo preso un buon ritmo. Le riunioni del Comitato sono cadenzate e il clima disteso tra i diversi membri consente di procedere alle erogazioni senza intoppi».

I versamenti vengono fatti sulla base dell’avanzamento dei lavori dei progetti approvati che comprendono tra le altre cose la manutenzione della viabilità, la promozione turistica, misure di sostegno per la mobilità degli studenti, realizzazione di piste ciclabili e interventi per lo sviluppo di reti museali.

«In gran parte», dice il presidente, «si tratta di attività e interventi attesi da tempo dalle nostre comunità sia sul fronte della sicurezza sia per rendere più attrattivo dal punto di vista turistico il sistema montagna. Aver ripreso le erogazioni a favore dei comuni dopo anni di blocco, significa concretizzare le iniziative ideate dagli amministratori locali e consentire loro di concentrarsi sulla programmazione delle attività future».

Nei prossimi mesi il Comitato continuerà a erogare i fondi ai Comuni con un ritmo di circa 600 mila euro ogni quindi giorni, con l’obiettivo di chiudere tutte le pratiche della gestione precedente nel più breve tempo possibile.

Share

One comment
Leave a comment »

  1. La normalità per un paese come la repubblica delle banane diviene notizia, toccherà mica ringraziare?