13.9 C
Belluno
martedì, Giugno 2, 2020
Home Cronaca/Politica Elettrodotto Valbelluna, la Regione chiede a Terna di sospendere la procedura. Comitati...

Elettrodotto Valbelluna, la Regione chiede a Terna di sospendere la procedura. Comitati civici: “Un’amministrazione provinciale miope. Se la Commissione Via ignora la delibera regionale si va alla class action”

comitati civici valbellunaLa giunta regionale ha ratificato la risoluzione numero 72 del giugno 2014. Con questo atto, chiede a Terna di sospendere la procedura in atto sul progetto di razionalizzazione delle reti elettriche del Bellunese per rifare da capo tutto il piano.

Si tratta di un grande risultato – commentano i Comitati civici della Valbelluna –  perché è proprio questo che chiediamo da oltre un anno: non un “no” secco alle infrastrutture elettriche, indispensabili per il nostro territorio, ma un “no” secco a progetti nati male e che non tengono conto delle necessità ambientali e di salute pubblica di tutto il Bellunese.

Non possiamo che ringraziare sentitamente gli assessori Bottacin e Marcato, che in breve tempo sono riusciti a sbloccare una situazione che con l’ex assessore Giorgetti era ferma da un anno. Grazie anche all’ex consigliere Dario Bond, autore della risoluzione 72. E a Sergio Reolon, che pur in una situazione politicamente difficile ha firmato quella risoluzione, dimostrando grande lungimiranza politica.

Questa è la prova che quando il territorio si unisce, arrivano grandi risultati. Resta un dubbio: a questo punto, dopo la presa di posizione miope dell’amministrazione provinciale, che futuro e che ruolo potrà ancora avere l’ente Provincia nella gestione del territorio bellunese?

Ad esclusione del consigliere Lise, infatti, la Provincia si è dimostrata miope e incompetente rispetto alla questione elettrodotto.
Invitiamo tutti i soggetti presenti nell’elenco espropri pubblicato da Terna a contattarci, nel caso volessero fare qualche osservazione. Noi siamo pronti a portare avanti una class action – assicurano i Comitati civici della Valbelluna – , qualora la Commissione Via Nazionale, infischiandosene dell’atto della giunta regionale, decidesse di esprimere parere favorevole a questo progetto di Terna”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

990mila euro per la messa in sicurezza a Villaga. Bortoluzzi (Provincia) e Zatta (Comune di Feltre): «Si pone fine a un problema annoso»

Partirà nei prossimi giorni la messa in sicurezza dell'abitato di Villaga, in Comune di Feltre. Una vasta operazione gestita dalla Provincia di Belluno che...

Borgo Valbelluna. Le biblioteche, “Piazze del sapere” anche per i più giovani

In questi giorni il Comune di Borgo Valbelluna si sta attivando per formalizzare l’affidamento a terzi di alcune attività del servizio bibliotecario comunale per...

2 giugno Festa della Repubblica. Cerimonia in piazza dei Martiri per il 74mo anniversario

La drammatica situazione di emergenza sanitaria causata dall’epidemia del coronavirus impone che per quest’anno la cerimonia si svolga rispettando le misure di prevenzione per...

Nevegal, basta rimpalli! De Moliner: “Non vorremmo che la proposta Gidoni in Regione finisse come la Legge 25/14 sulla autonomia della Provincia di...

"Crediamo che sulla vicenda Nevegàl debba essere fatta chiarezza sulle intenzioni che hanno la Regione e il Comune di Belluno. Non è possibile, ed...
Share