13.9 C
Belluno
martedì, Giugno 2, 2020
Home Cronaca/Politica Consiglio regionale. Progetto di legge 11: ancora una settimana di approfondimento per...

Consiglio regionale. Progetto di legge 11: ancora una settimana di approfondimento per maggioranza e opposizione

consiglio regionale veneto zaia 2Il Progetto di legge 11, che supera il maxiemendamento della finanziaria regionale 2015 introducendo una serie di nuovi elementi di razionalizzazione della spesa regionale, vedrà presumibilmente la luce durante la seduta di Consiglio Regionale di giovedì prossimo. E’ quanto emerso al termine della seduta odierna a Palazzo Ferro Fini, alla quale ha preso parte anche il presidente della Giunta regionale Luca Zaia. Ed è stato proprio l’intervento del “governatore”, che ha proposto di ricalendarizzare con maggior serenità il dibattito sul PDL 11 nella seduta della prossima settimana, il momento cardine della seduta odierna a Palazzo Ferro Fini.

La seduta, che si era aperta con l’approvazione delle due proposte referendarie regionali sulla trivellazioni (e con la designazione di Roberto Ciambetti e Graziano Azzalin come rappresentanti veneti in seno alla Conferenza dei presidenti di assemblee legislative; la prossima settimana la Conferenza si riunirà per “assemblare” le risultanze della richiesta referendaria in seno alle varie Regioni), si è conclusa con la proposta zaiana, dopo che i sette emendamenti proposti dall’assessore Forcolin al PDL 11 erano stati accolti negativamente dalle opposizioni (intervenute con Berti, Zorzato e Sinigaglia) che hanno sottolineato “la brevità del tempo disponibile per analizzare un dispositivo di 50pagine che movimenta 100milioni di euro” (come affermato da Piero Ruzzante, Pd), e che “tocca 200voci del bilancio regionale” (come precisato da Marino Zorzato, AP).

La sospensione pomeridiana dei lavori per analizzare il corpo degli emendamenti presentati dalla Giunta (dalle 13.30 alle 16.30) ha “fruttato” da parte delle opposizioni la stesura di circa 780 sub-emendamenti, ma Zaia prendendo la parola ha proposto al Consiglio di rinviare la discussione e l’analisi degli emendamenti e dei sub-emendamenti “per giungere ad un confronto anche duro e franco tra maggioranza e opposizione, ma basato su pochi emendamenti credibili e non ostruzionistici”.

La proposta è stata accolta favorevolmente da Stefano Fracasso (“ci impegniamo a decimare gli emendamenti”), da Marino Zorzato (“definiremo gli argomenti importanti”), e anche da Jacopo Berti (“Così andremo davvero verso una buona politica”). Al termine della seduta, dopo una riunione dei capigruppo, il presidente Ciambetti ha confermato la convocazione di giovedì prossimo: il PDL 11 tornerà quindi in aula alle ore 10.30.

Share
- Advertisment -

Popolari

990mila euro per la messa in sicurezza a Villaga. Bortoluzzi (Provincia) e Zatta (Comune di Feltre): «Si pone fine a un problema annoso»

Partirà nei prossimi giorni la messa in sicurezza dell'abitato di Villaga, in Comune di Feltre. Una vasta operazione gestita dalla Provincia di Belluno che...

Borgo Valbelluna. Le biblioteche, “Piazze del sapere” anche per i più giovani

In questi giorni il Comune di Borgo Valbelluna si sta attivando per formalizzare l’affidamento a terzi di alcune attività del servizio bibliotecario comunale per...

2 giugno Festa della Repubblica. Cerimonia in piazza dei Martiri per il 74mo anniversario

La drammatica situazione di emergenza sanitaria causata dall’epidemia del coronavirus impone che per quest’anno la cerimonia si svolga rispettando le misure di prevenzione per...

Nevegal, basta rimpalli! De Moliner: “Non vorremmo che la proposta Gidoni in Regione finisse come la Legge 25/14 sulla autonomia della Provincia di...

"Crediamo che sulla vicenda Nevegàl debba essere fatta chiarezza sulle intenzioni che hanno la Regione e il Comune di Belluno. Non è possibile, ed...
Share