Tuesday, 19 November 2019 - 20:34
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Bolli arretrati: la Regione fa rinascere vecchi carrelli e roulotte venduti e demoliti un decennio fa

Set 23rd, 2015 | By | Category: Prima Pagina, Società, Associazioni, Istituzioni

bollo-autoSe ne sono dimenticati per un bel po’ di anni. Ora però tutto fa brodo per rimpinguare le casse. E così la Regione Veneto ha dato il via al recupero dei bolli dei rimorchi leggeri, ossia quelli di peso totale inferiore ai 3500 Kg.
In questi giorni, infatti, sono stati recapitati gli avvisi di omesso pagamento di vecchi carrelli ceduti da un decennio o più, di cui i proprietari, e a volte gli eredi, avevano addirittura dimenticato la loro esistenza.
Va detto che i rimorchi leggeri, oramai da oltre un decennio sono iscritti solo alla Motorizzazione civile (art. 10, legge 8 luglio 2003, n. 172. Abolizione dell’obbligo di iscrizione nel Pubblico registro automobilistico della proprietà dei rimorchi di massa inferiore a 3,5 t e Circolare n. 3085 del 5/08/2003).
E dunque le verifiche della proprietà andranno fatte agli uffici della Motorizzazione, del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in via Saffoze, n.15 a Belluno.
Nella maggior parte dei casi succede che i vecchi proprietari dei carrelli si ritrovino ancora titolari del mezzo, pur avendolo ceduto molti anni prima senza che, evidentemente, l’acquirente si fosse preoccupato di regolarizzare la pratica negli uffici della Motorizzazione.
A questo punto, per liberarsi della proprietà e del relativo obbligo di pagamento del bollo, i vecchi proprietari che risultano alla Motorizzzazione dovranno presentare una sentenza del giudice di pace dove sia dichiarata la perdita di possesso del rimorchio.
Ogni cittadino può comunque verificare la posizione tributaria del proprio veicolo collegandosi al sito Internet della Regione alla pagina: http://infobollo.regione.veneto.it/infobollo/home.html inserendo numeri di targa e codice fiscale.

Share

Comments are closed.