Thursday, 14 November 2019 - 21:17
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Expo in Città, le eccellenze bellunesi protagoniste a Milano con Carlo Cracco

Set 17th, 2015 | By | Category: Lavoro, Economia, Turismo, Prima Pagina, Società, Associazioni, Istituzioni

cracco“Avete le montagne più belle del mondo, prodotti di eccellenza che amo come i fagioli di Lamon, ma servono più convinzione e più coraggio se volete rilanciare il turismo. Avete l’esempio dell’occhialeria: le aziende bellunesi sono riuscite a farsi conoscere e apprezzare in tutto il mondo, non è per caso, ma grazie ad imprenditori che ci hanno creduto”.

Ad affermarlo è lo chef Carlo Cracco, protagonista dell’evento di promozione territoriale che si è svolto mercoledì sera a Milano, nell’ambito del circuito ufficiale di Expo in Città. All’iniziativa, promossa da Confindustria Belluno Dolomiti, in sinergia con le altre categorie economiche bellunesi, la Provincia, il Consorzio Bim Piave e la Fondazione Dolomiti Unesco, hanno partecipato oltre seicento persone, tra le quali giornalisti di testate nazionali e di settore, rappresentanti delle istituzioni una delegazione della Camera di Commercio Italo-Russa. L’evento, dedicato a “Rosso Tiziano, prevedeva un aperitivo con degustazione di piatti tipici e prodotti di eccellenza delle Dolomiti bellunesi, dai funghi porcini ai formaggi, dalla polenta ai fagioli Igp di Lamon, dall’orzo feltrino all’agnello dell’Alpago, dalle mele (pon prussian) delle Vette Feltrine alle noci. Il tutto preparato sul posto utilizzando un suggestivo camion attrezzato con cucina a bordo, ispirandosi al colore di Tiziano Vecellio. I piatti saranno accompagnati da altre eccellenze del territorio, tra cui la birra Dolomiti, prodotta nello storico stabilimento di Pedavena.

Cracco, in particolare, ha cucinato un risotto con porcini, mantecato con il Piave e arricchito con due ingredienti d’autore: la salicornia (asparago di mare) è una spolverata di barbabietola, rosso Tiziano. “Ho accettato l’invito a partecipare a questa iniziativa – ha detto Cracco – anche perché conosco bene le vostre montagne, che sono tra le più belle del mondo. Il territorio bellunese ha grandi potenzialità turistiche, ma deve crederci di più, deve promuoversi meglio e deve attuare progetti specifici come è successo in altre località europee che, pur meno suggestive, sono riuscite a ottenere risultati importanti”.
Oltre all’aspetto enogastronomico, in pieno spirito Expo, si è valorizzata anche un’altra eccellenza bellunese: l’occhialeria, il cui distretto si trova proprio tra le montagne più belle del mondo. È’ stato così possibile ammirare alcuni modelli realizzati dalle aziende bellunesi in un’esposizione ispirata al rosso Tiziano e molto apprezzata. “E’ stato un momento importante per la nostra provincia – commenta Lorraine Berton, delegata alla comunicazione di Confindustria Belluno Dolomiti – perché siamo riusciti a proporre ad un pubblico numeroso è qualificato le nostre eccellenze, in un contesto prestigioso come il circuito Expo in Città. L’obiettivo era di promuovere e valorizzare il territorio bellunese e, sulla base dei commenti raccolti, credo che sia stato raggiunto, anche grazie alla collaborazione delle aziende che hanno messo a disposizione i propri prodotti o, come nel caso di Dolomiti Garden, le proprie competenze”.

“Il progetto Expo che vede impegnate tutte le categorie economiche e le istituzioni locali – afferma Cristiano Gaggion, delegato al turismo di Confartigianato Imprese Belluno – è nato per sfruttare la vetrina mondiale di Expo per far conoscere le bellezze della nostra provincia. Le iniziative fin qui promosse sono sicuramente positive. L’evento di mercoledì, in particolare, è stato un grande successo. Per me c’è stata anche la soddisfazione di lavorare a fianco di uno chef importante come Carlo Cracco”.

Share

Comments are closed.