13.9 C
Belluno
giovedì, Giugno 4, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti A tavola nel Feltrino il 18-19-20 settembre con il fagiolo.

A tavola nel Feltrino il 18-19-20 settembre con il fagiolo.

Una affascinante mostra dedicata alle scoperte archeologiche di San Donato di Lamon, la trascinante musica dei Barbapedana, il folklore dei Danzerini di Aviano e del gruppo di Castel Tesino: sono alcuni degli eventi collaterali in programma per la Festa del fagiolo di Lamon che è in programma dal 18 al 20 settembre sull’altopiano.
fagiolo-lamonA Lamon le associazioni coordinate dalla Pro loco e dal Comune sono già al lavoro, a due settimane dall’evento, per allestire i capannoni che ospiteranno gli stand gastronomici, gli spazi delle mostre, il programma delle iniziative collaterali. E si lavora soprattutto nei campi, per la raccolta del prodotto fresco e secco da portare alla mostra. Non è stata una estate facile per la produzione del fagiolo, a causa delle condizioni climatiche avverse (il caldo eccessivo), ma negli stand gastronomici e negli stand del Consorzio di tutela il prodotto non mancherà.
La Festa del fagiolo prende il via venerdì 18 settembre alle 18 con la cerimonia inaugurale della 26esima edizione e la consegna del premio Facen. Seguirà l’inaugurazione delle mostre, numerose e importanti, allestite nella ex chiesa di San Daniele e in diversi altri luoghi del paese. E per concludere la prima giornata, la musica di vari gruppi dislocati vicino agli stand gastronomici.
Sabato 19 settembre la festa inizia presto, con l’apertura della mostra mercato dei prodotti di artigianato e di agricoltura. Al pomeriggio la dimostrazione delle arti marziali e Taj Ji Quan, a cura di Jisei Budo Lamon, a seguire il concerto della banda folk di Castel Tesino, la musica di gruppi e dj. Il clou per gli spettacoli del sabato è alle 21.30 in piazza, con le musiche balcaniche, zingare e klezmer dei Barbapedana.
Domenica 20 settembre c’è di tutto a Lamon, dagli spettacoli dedicati ai bambini, al gruppo folk Danzerini di Aviano, al teatro dedicato ai fagioli con i “Teatri soffiati”, agli artisti di strada, alla musica.
A partire dal venerdì sera ci sarà la possibilità di pranzare e cenare con piatti a base di fagioli ma non solo: c’è la cucina tradizionale feltrina e bellunese con numerose rivisitazioni. Saranno allestiti sia dei veri e propri ristoranti che degli stand gastronomici che dei punti di assaggio. Un angolo della festa sarà dedicato alla pecora e alle attività legate al suo allevamento, con assaggi di carne di pecora affumicata e tosatura delle pecore. Cura questo angolo la neonata associazione Fea de Lamon. Un’altra nuova associazione, “Turistica Lamon” allestisce sia uno stand di assaggi che un’area giochi per bambini.

Share
- Advertisment -

Popolari

Incidente sul lavoro. Dipendente di Veneto Strade colpito al volto da un pezzo della barra falciante

Nella tarda mattinata di oggi, 3 giugno, in via Nazionale a Quero-Vas O.R. 58enne dipendente di Veneto Strade, mentre manovrava la barra falciante per...

Incendio all’impianto rifiuti di Maserot a Santa Giustina

I vigili del fuoco del comando provinciale sono intervenuti alle ore 15 per un incendio sviluppatosi all'impianto di riciclaggio di rifiuti in località Maserot...

Commercio ambulante. L’onorevole De Carlo presenta un’interrogazione per chiedere il rinvio delle scadenze delle concessioni

In sostegno delle 195 mila piccole imprese che costituiscono il grande mondo del commercio ambulante, operanti in modo itinerante o con posto fisso in...

Candidature per designazione Consiglio di gestione e Presidente della Fondazione Teatri delle Dolomiti. Scadenza il 15 giugno

Il Comune di Belluno ha pubblicato un avviso per la presentazione di candidature per la designazione del Consiglio di gestione e del Presidente della...
Share