Tuesday, 19 November 2019 - 20:15
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Accorpamento prefetture. De Menech: “Ci sono i margini per mantenere le sedi come Belluno”

Set 11th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Roger De Menech, deputato Pd

Roger De Menech, deputato Pd

«Ci sono i margini per mantenere le sedi particolarmente complesse, come Belluno, ma il riordino delle prefetture era atteso da tempo e chiesto da tutte le forze politiche e si inserisce nel processo di semplificazione dello Stato, uno dei punti qualificanti del governo».

Lo afferma il deputato bellunese del Pd Roger De Menech – benché da dicembre 2014 il posto di prefetto sia ancora vacante alla Prefettura di Belluno, e le funzioni istituzionali siano svolte dal vicario –  non  appena letto lo schema di decreto con cui il ministero dell’Interno intende procedere entro il 2016 alla propria riorganizzazione. L’ipotesi del ministero è di accorpare 23 prefetture in Italia tra cui Belluno con Treviso.

«Credo che Belluno, così come Sondrio e Verbania, rientri a pieno titolo tra le sedi complesse», dice il deputato. «Con i colleghi Borghi e Del Barba e con tutto il gruppo di parlamentari della montagna restiamo a disposizione del territorio per mantenere i servizi e per fare le dovute pressioni sul ministro dell’Interno Angelino Alfano della necessità di tenere conto delle specificità montane, così come previsto dalla riforma Delrio».

Il giudizio sul provvedimento del ministero rimane nell’insieme favorevole: «Snellire le strutture statali è necessario, ce lo ripetiamo ormai da decenni e non ci si può fermare adesso che il processo è appena cominciato». Il decreto del ministero dà esecuzione a quanto previsto da un provvedimento del governo Monti. «Forse all’epoca c’è stata troppa timidezza», spiega De Menech. «Se fosse stata prevista un’unica prefettura regionale con uffici operativi periferici nelle città, l’architettura sarebbe risultata sicuramente più semplice e logica. Invece così restiamo a metà del guado. Però sono convinto che dobbiamo impegnarci per rendere ancora più efficaci le riforme, per migliorarle in alcuni casi, non certo per ostacolarle».

Del resto Belluno, dice il deputato, «dovrà trasformare il proprio ruolo da cittadella burocratica a capitale delle Dolomiti fornendo servizi e prodotti di altissimo livello nel campo turistico, sportivo e dell’innovazione tecnologica. Non credo che gli uffici periferici del governo possano avere un ruolo strategico in questo disegno».

Diverso il discorso per la questura e per il comando dei vigili del fuoco. «La vastità del territorio amministrato, la difficoltà di accesso alle valli e la dispersione demografica devono essere elementi di cui si tiene conto quando si decide di riorganizzare i servizi essenziali. Altrimenti il rischio è di alimentare lo spopolamento anziché contrastarlo. Su questo punto con tutto il gruppo di parlamentari della montagna siamo pronti a un’azione decisa perché il Ministero dell’Interno riveda lo schema degli accorpamenti». Benché  vi siano forti dubbi, sotto il profilo dell’organigramma ministeriale, che in assenza di prefetto, possa continuare a esistere il questore sul medesimo territorio.

Share

4 comments
Leave a comment »

  1. (Arv) Venezia 11 set. 2015 – “Il taglio delle Prefetture è un’operazione coerente con il ridisegno delle Province e consente di risparmiare risorse pubbliche – sostiene la capogruppo Alessandra Moretti (PD)- “Chiaramente, in questa fase di estrema delicatezza sul fronte della gestione dei profughi e dei migranti, è un cambiamento che deve essere accompagnato da misure di rinforzo. Penso innanzitutto al sostegno, anche di natura economica, che va dato ai Comuni per consentire una organizzazione efficace nell’accoglienza e che in parte può derivare proprio dai risparmi legati alla riduzione delle Prefetture”.

    Ps De Menech mettetevi d’accordo la sua collega in regione Veneto dice che i risparmi di spesa andranno per accogliere i migranti non vi sono bastati tutti quelli che il PD ha preso tramite Buzzi e Carminati col sistema Mafiacapitale????

  2. Non so più come insultarvi

  3. Desmenek soffre forse di bipolarismo? No,, perché mi risulta che sia il pd a governare, male, questo paese, quindi… E tanti auguri al nuovo aereo da 200000000 di euro di Renzie, a spese nostre, che sostenere un panzone come lui sarà un bel lavoro.

  4. Che il “borbonico” Ente inutile vada soppresso, è ormai più che evidente (ormai serve solo per le feste di fine anno, pasquali, cavalierati del lavoro, tutti conditi da lauti rinfreschi pagati con soldi pubblici e a cui partecipano sempre i soliti noti); le competenze dovrebbero passare al Questore assieme al personale civile che in Questura non si è mai visto, al fine di poter “liberare” tutti quei poliziotti che, obtorto collo, sono prigionieri di “perfide scrivanie”. A chi poi sostiene di passare tutto alle Province, si domanda: quali ? Quelle in accantonamento ? Si commenta da solo. Quando poi necessiteranno di organici e materiali atti a produrre sicurezza sul territorio montano, quali saranno gli interessi preminenti ? Quelli di un territorio di 4 gatti oppure quelli della ricca Treviso ?
    Purtroppo, in politica, valgono solo gli impersonali numeri, e quelli della nostra cara Provincia Bellunese (tartaricamente immobile) ci condannano aprioristicamente. Sempre.
    Ancor più quando, i nostri “eletti”, pensano sempre e solo all’interesse di partito o di bottega anziché far squadra comune per il bene comune. Cambieremo mai ?