Tuesday, 12 November 2019 - 16:17
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Riportate a valle nella notte 13 pallavoliste. Determinante il software del Soccorso alpino per la localizzazione e la tempestività dell’intervento

Set 10th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

soccorso alpino 1 (2)Si è concluso alle 00.20 di questa notte circa il recupero da parte del personale della Stazione CNSAS di Sappada di n. 13 ragazze di età compresa tra i 15 e 16 anni e dei due accompagnatori appartenenti ad una squadra di pallavolo della Marca Trevigiana, che nella serata di ieri, mercoledì 9 settembre, si sono trovati in difficoltà a causa dell’oscurità che ne ha rallentato il rientro, associata alla mancata conoscenza dei luoghi considerati.
L’allarme era, infatti, pervenuto alle 22.10 al Suem 118 di Pieve di Cadore (BL) da parte di un dirigente della società di pallavolo con sede a Mogliano Veneto (TV) per una comitiva che non era ancora rientrata a seguito di un’escursione effettuata nel Gruppo del Peralba.
Con estrema velocità la Stazione di Sappada ha effettuato una prova di localizzazione tramite l’Sms Locator (software sviluppato dal Soccorso Alpino che permette, in presenza di campo e traffico dati attivato, di georeferenziare in pochi secondi l’eventuale soggetto richiedente soccorso) che ha dato fortunatamente esito positivo ed ha garantito una soluzione abbastanza veloce dell’attività di recupero e soccorso delle ragazze e dei loro accompagnatori.
Le 2 squadre del CNSAS di Sappada hanno, infatti, individuato la zona in cui si trovava la comitiva ed una volta raggiunta dopo ca. 25/30 minuti di marcia, l’hanno riaccompagnata a valle in sicurezza, posto che nessuno delle persone soccorse era dotato di pila frontale e che la discesa poteva rappresentare un qualche rischio. Quindi, con 4 jeep sono riaccompagnati sino al Pian del Cristo ed è stato loro offerto del te caldo vista anche la temperatura rigida delle quote considerate.

Share

Comments are closed.