13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 31, 2020
Home Cronaca/Politica Ritrovato privo di vita il ciclista tedesco scomparso a Pian dei Buoi...

Ritrovato privo di vita il ciclista tedesco scomparso a Pian dei Buoi lunedì sera

elicottero vigili fuoco veneziaNel primo pomeriggio di oggi, martedì I° settembre,  è stato trovato privo di vita il ciclista tedesco 56enne di cui si erano perse le tracce da lunedì sera. L’avvistamento è stato fatto dall’equipaggio dell’elicottero drago 71 del reparto volo dei vigili del fuoco di Venezia. Le ricerche da parte dei soccorritori erano scattate ieri sera, quando il ciclista tedesco si era staccato dal gruppo di cui faceva parte, senza più fare ritorno. L’uomo è stato individuato in una zona impervia e boscosa  tra la località di Cima Gogna e la  zona dell’anello dei forti di Lozzo di Cadore.  Al momento è in corso il recupero della salma da parte dei soccorritori. Alle ricerche hanno preso parte:  i vigili del fuoco, il soccorso alpino, la forestale e la guardia di finanza.

Lozzo di Cadore (BL), 01-09-15  Al momento della scomparsa, il ciclista tedesco, che si chiama Claus e ha 59 anni, indossava una maglietta verde. La bici, di marca Scott, è nera con righe verdi. L’uomo è alto un metro e 65, di corporatura normale, ha capelli bianchi cortissimi. Chiunque abbia informazioni è pregato di contattare i carabinieri.

soccorsoIeri sera verso le 22 è scattato l’allarme per un ciclista tedesco non rientrato da un’escursione nella zona del Pian dei Buoi. L’uomo era partito con altri 5 connazionali per un giro in mountain bike, poi verso le 15 si erano divisi per prendere varie direzioni e lui aveva manifestato l’intenzione di proseguire per il Forte di Col Vidal.

A sera, quando il gruppo si era riunito, l’uomo mancava all’appello. Allertati il Soccorso alpino del Centro Cadore e i vigili del fuoco, un soccorritore che si trovava nella zona ha subito rintracciato due degli amici che lo stavano cercando nel punto in cui si erano separati, ovvero Malga delle Armente.

Le squadre nella notte hanno perlustrato tutto il reticolo viario e i sentieri della zona attorno al Forte, fino a Lozzo di Cadore. Questa mattina alle 6, sono arrivati ulteriori supporti per allargare la zona di ricerca al versante di Auronzo di Cadore e Pieve di Cadore.

Attualmente sono impegnate una cinquantina di persone del Soccorso alpino di Cemtro Cadore, Pieve di Cadore, San Vito di Cadore con il Centro mobile di coordinamento, vigili del fuoco, Guardia di finanza, forestali.

Share
- Advertisment -

Popolari

Massaro e Perenzin sollecitano Zaia: «Asili nido ancora fermi. Vogliamo riaprirli, la Regione si decida»

  Appello dei sindaci bellunesi alla Regione Veneto affinché provveda alla riapertura degli asili nido: l'ordinanza regionale n. 50 dello scorso 23 maggio - che...

Escursionista si perde nella nebbia

Ponte nelle Alpi (BL), 31 - 05 - 20    Alle 11.15 circa la Centrale del 118 è stata contattata per avere informazioni da...

On line il sito dell’Associazione proprietari Nevegal. Progetti per rendere vivibile il Colle tutto l’anno

Il Covid-19 non ha fermato l’Associazione proprietari Nevegal che in questi mesi ha realizzato un sito internet www.associazioneproprietarinevegal.it e condiviso idee e progetti con...

Auronzo. La giunta mette a disposizione 500mila euro del Fondo Comuni Confinanti per l’emergenza covid-19

La giunta comunale di Auronzo di Cadore ha convocato in Sala consiliare i presidenti delle Regole, dell’Ente Cooperativo, del Consorzio Turistico, dello Iat, del...
Share