Thursday, 20 September 2018 - 15:39

70mo anniversario della Liberazione. Sabato la cerimonia in Malga Forconeta e Malga Salvedella

Ago 30th, 2015 | By | Category: Appuntamenti, Pausa Caffè

In occasione del 70° anniversario della Liberazione, Sabato 5 Settembre 2015 presso Malga Forconeta nel Comune di Valdobbiadene e Malga Salvedella nel Comune di Mel che furono sedi di comando e rifugio dei partigiani della Brigata “Mazzini”, Salvedella ospitò anche la missione americana “Tacoma”, verranno scoperte delle targhe commemorative a ricordo dei drammatici avvenimenti che hanno profondamente segnato i nostri territori e soprattutto a ricordo di tutti coloro che hanno dato la vita per garantirci i diritti democratici di cui oggi godiamo .
Con la posa di tali targhe si vogliono fortemente riaffermare i valori di pace, fratellanza e comprensione reciproca che devono unire tutte le genti.
anpiLa manifestazione è organizzata da Comune di Mel, Comune di Valdobbiadene in collaborazione con le sezioni A.N.P.I. di Valdobbiadene – Quartier del Piave e la “Spasema” della Sinistra Piave Bellunese.

Programma :
Ore 9.30 ritrovo in località Mariech di Valdobbiadene per proseguire alla volta di Casera Forconeta
Cerimonia di inaugurazione della targa commemorativa con interventi del Sindaco di Valdobbiadene e del Presidente della sezione ANPI di Valdobbiadene.
A seguire trasferimento in località Salvedella dove alle ore 11.00 avrà luogo l’ Alzabandiera e l’inaugurazione della targa commemorativa con interventi del Sindaco di Mel, del Presidente della sezione ANPI “La Spasema” della Sinistra Piave e del Presidente Provinciale dell’ANPI Treviso Umberto Lorenzoni.

Al termine della cerimonia a tutti i partecipanti verrà offerto un brindisi conviviale.

Share

One comment
Leave a comment »

  1. E chissà che da malga Salvedella, prima di ripercorrere i sentieri di 70 anni fa, verso malga Forconeta, gli “Eroi” della Mazzini passino a portare un fiore anche giù in Val di Botte, nel noccioleto a “Tac dei Mort”, dove tanti innocenti incontrarono il martirio sotto l’egida di “Milo” e “Rudi”. Sempreché Alzhaimer non li abbia colti, allorché gioverà rammentare qualche nome, come Noemi Dal Farra, maestra, Vittorio Cumiotto, Pio Sacco, maestro e direttore didattico della zona, Albano Dall’Omo, partigiano (ma va ?); poi, eroicamente, potranno scendere verso Valdobbiadene per rinverdire le gesta di “Mostacetti” e “Vizzuti”, che tanti inutili lutti hanno creato da quelle parti col placet dell’eroe patriota “Bianchi”, commissario politico. Tanto, tranquilli ! C’è sempre l’amnistia Togliatti.