Wednesday, 19 December 2018 - 13:34

Giovedì sera all’Alexander Girardi Leo Houlding ospite di Cortina InCroda

Ago 26th, 2015 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

cortinaincrodaCortina InCroda ospita, giovedì 27 agosto alle 20.45 all’Alexander Girardi, Leo Houlding, conosciuto sia nel mondo dell’arrampicata libera che per le sue imprese sulle grandi pareti della terra. Houlding, climber britannico, per la prima volta arriva a Cortina d’Ampezzo per regalare al pubblico di Cortina InCroda emozioni da brivido.
Houlding, è uno scalatore di classe mondiale, un alpinista ed un esploratore. Pur essendo giovane, classe 1980, per l’alpinismo britannico è un veterano. Houlding ha messo la firma in varie salite epiche, fra cui l’Everest, e si è specializzato nell’arrampicata libera sulle vette più tecniche e sulle pareti più grandi del mondo come El Capitan.
Ha iniziato ad arrampicare a sette anni, con suo padre Mark e da quel momento non ha mai abbandonato le vette. E’ stato campione britannico di Boulder e ha viaggiato dalla Patagonia, all’Africa, dall’Antartide sino in Groenlandia per salire le vette del mondo con sosta ripetuta sullo Yosemite. «Lo Yosemite è una Never-Never land ossia l’Isola che non c’è, di Peter Pan», dice, «noi siamo i Lost boys e i Rangers sono Captin Hook! Non ci prenderanno mai».
A18 anni infatti Houlding è stato il primo britannico a salire in libera El Capitan. Nel 2007 ha raggiunto la vetta dell’Everest.

Nel 2002 una caduta sul Cerro Torre in Patagonia ha messo Houlding fuori servizio per un anno con una caviglia rotta. La storia della caduta divenne oggetto di un documentario della BBC e lo ha introdotto nel mondo televisivo e cinematografico.
Houlding si è messo in mostra infatti anche per il suo curriculum televisivo e cinematografico, in particolare come protagonista del popolare programma della Bbc “Top Gear”. Ha interpretato il ruolo di Sandy Irvine, partner di George Mallory, nel film Imax “The Wildest Dream” proiettato al Trento Film Festival.
Nel 2009 ha iniziato la collaborazione con il pluripremiato regista e fotografo d’avventura Alastair Lee. Gli anni d’esperienza di Leo e l’abilità eccezionale di Alastair hanno portato alla realizzazione del documentario di una spedizione, il cui successo può essere paragonato a quello di un blockbuster di Hollywood. Il risultato è stato “The Asgard Project” (proiettato a Cortina InCroda), che ha vinto ad oggi più di 20 premi nei festival cinematografici di tutto il mondo.

E’ appena rientrato dalla sua ultima avventura in Groenlandia dove ha salito una nuova bella via su una big wall della Groenlandia orientale, sulla stupenda Mirror Wall.
Houlding ed il suo team, composto da Joe Möhle, Matt Pickles, Matt Pycroft e Waldo Etherington, hanno individuato una linea sulla parete nord ovest spendendo ben 12 giorni in parete per salire i 1200 metri della Mirror Wall. «La motivazione è la chiave del successo», dice Houlding, «questa parete enorme, più alta anche di El Capitan, è così liscia e levigata che ti ci puoi specchiare. Strategicamente è semplice, tecnicamente molto complessa. Guardare questo specchio per un mese cercando una linea logica e finalmente trovarla e salirla è stata un’esperienza unica. E’ stato un privilegio dare libero sfogo con questi ragazzi in quello che è un parco giochi per adulti».

Houlding, un climber, che ama le montagne, che pratica anche snowboard, surf, skydive, base jump e altre attività si racconterà a Cortina InCroda dove proietterà anche dei suoi video che dimostrano le sue straordinarie doti di climber e non solo.
L’appuntamento con Cortina InCroda è per giovedì 27 agosto alle 20.45 al teatro Alexander Girardi con ingresso libero.
La serata sarà trasmessa in diretta sulle frequenze di Radio Cortina.

Share

Comments are closed.