Friday, 21 September 2018 - 23:47

E’ bellunese la nuova promessa della lirica italia: Alessandra Mella, soprano, fondatrice di CantArte, scuola di musica a Padova

Ago 23rd, 2015 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

alessandra mella sopranoC’è una nuova promessa nel panorama della lirica italiana, si chiama , soprano bellunese, che si è esibita lunedì 17 agosto al Teatro antico di Taormina, dopo aver superato una lunga selezione tra oltre 500 cantanti provenienti da quasi 50 paesi del mondo. L’evento si è svolto nell’ambito del Taormina Opera Stars al Gran Galà “Italia inCanta” sotto la direzione artistica del Maestro Enrico Stinchelli, uno dei massimi esperti d’Opera italiani.
“Solidità vocale e finezza espressiva – queste secondo la critica specializzata, le sue doti canore – oltre che cantante raffinata per bravura e controllo del mezzo. Elegante nel suo muoversi in scena, sicura ed appassionata in un’interpretazione sentita che ha riscosso il grande plauso del pubblico per i suoi acuti morbidi e solidi. Brava, sempre intonata e perfetta nell’articolazione delle frasi”.

Come sei arrivata al prestigioso palco del Teatro antico di Taormina?

“A gennaio ero una degli 80 cantanti selezionati a Milano, Roma, Andria e Taormina, tra gli oltre 500 partecipanti provenienti da tutto il mondo, che si sono presentati a Taormina ad aprile per esibirsi in concerto e per sostenere dei laboratori di arte scenica, coreografia e tecnica vocale. Dopodiché sono stati ulteriormente selezionati una decina di cantanti, tra i quali ancora la sottoscritta, che hanno poi partecipato al Gran Galà “Italia inCANTA” del 17 agosto presso il Teatro Antico di Taormina”.

Da dove provengono i cantati selezionati?

“Io sono stata l’unica rappresentante del Nord Italia ad essere stata selezionata per il Galà. Gli altri miei colleghi sono pugliesi, calabri e siciliani. C’erano poi una cantante russa e una svizzera. Citerei poi volentieri la Professoressa Mariagrazia Bonelli, che ha aiutato Stinchelli nella regia e ha presentato il Galà, e Maurizio Gullotta in qualità di organizzatore dell’evento”.

Quando hai iniziato ad occuparti di musica?

“A 5 anni ho cominciato a studiare pianoforte e canto sotto la guida di Mariasilvia Roveri. E per nove anni faccio parte del coro “Nova Cantica”, con il quale partecipo a concorsi corali internazionali, ottenendo il secondo
piazzamento a Lecco e la vittoria in Lunigiana. A sedici anni inizio a studiare canto lirico sotto la guida prima della soprano Koo Hyeon Jeong e poi della soprano Elisabetta Tandura. Con quest’ultima arriverò al diploma a pieni voti presso il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto (Treviso)”.

Il tuo battesimo del fuoco con la lirica quando avviene?

“Nel 2009, con tre concerti in Cina, a Pechino, Dalian e Xi’an, in occasione dell’Isfnt. E il terzo premio al Concorso Internazionale di Canto Lirico “F. Lattuada” a Milano”.

Il tuo debutto ufficiale?

“Nel 2014 con Barbiere di Siviglia, nel ruolo di Berta prima a Diano Marina (Imperia) e poi a a Loano (Savona)”.

Oltre ad essere soprano ed esibirti nei teatri, svolgi qualche altra attività? 

“Sono anche fondatrice e proprietaria di “CantArte”, un scuola di musica di Padova che sta avendo grande successo”.

A chi desideri dedicare questo bel traguardo?

“Sicuramente a coloro che mi hanno sempre sostenuta e creduto in me: i miei genitori, il mio compagno Luca e la mia preziosa insegnante, la Soprano Tatiana Chivarova, senza i quali tutto questo non sarebbe stato possibile”.

Share
Tags:

Comments are closed.