Monday, 24 September 2018 - 23:07

Alessandra Buzzo è eletta: prosegue il sostegno del Bard al ricorso al Tar

Ago 21st, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Movimento Belluno autonoma Regione Dolomiti

Movimento Belluno autonoma Regione Dolomiti

Non ci siamo fermati nemmeno a Ferragosto . Non è stato possibile. L’esclusione di Alessandra Buzzo dal Consiglio Regionale è un clamoroso ed inaccettabile atto di ingiustizia nei confronti di tutti i Bellunesi.

Lo afferma attraverso una nota il Movimento Bard, Belluno autonoma Regione Dolomiti.

Una vergogna incredibile. L’ufficio elettorale regionale ha di fatto accolto le memorie di tre precedenti Consiglieri non eletti ben sapendo che è proibita ogni interferenza.
Ha cambiato criterio di assegnazione dei seggi in maniera diversa da quanto concordato tra Giunta Regionale e Ministero dell’Interno (badate bene, molto prima delle elezioni).
In questo modo, all’ultimo momento, i conteggi hanno dato risultati diversi da quelli dati per certi dall’algoritmo di calcolo concordato in precedenza.

Alessandra Buzzo

Alessandra Buzzo

Nonostante una legge elettorale nata per impedire la partecipazione ad estranei alle caste politiche provinciali, Alessandra Buzzo è eletta.
Un risultato storico e straordinario ottenuto dopo una durissima campagna elettorale condotta dal nostro Movimento in condizioni di grande difficoltà, in una coalizione alla quale abbiamo aderito per riuscire ad ottenere la modifica alla legge Delrio che si traduce semplicemente nel ripristino dell’elettività popolare del Consiglio e del Presidente della Provincia di Belluno, nell’interesse esclusivo delle Comunità Dolomitiche.
Alessandra Buzzo, una donna libera, seria, apprezzata Sindaco di Santo Stefano di Cadore, Presidente dell’Unione Montana di Comelico e Sappada, la lista Veneto Civico, il nostro Movimento, i Cittadini Bellunesi, la Montagna Dolomitica e le Istituzioni Venete hanno subito un torto gravissimo perché si è operato in modo da eleggere un altro candidato sovvertendo il criterio dell’assegnazione dei seggi.
Potevamo tacere ed abbassare la testa come hanno fatto generazioni di montanari?
No! Impossibile tacere sulla mancata certezza delle procedure elettorali che, rimarchiamo, hanno sovvertito il criterio dell’assegnazione dei seggi.
Questo è il motivo che ci ha spinto a presentare ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale, la cui sentenza sarà emessa il prossimo 18 novembre.
Di necessità virtù.
Abbiamo deciso di pubblicizzare al massimo la vergogna subita, invitando tutti a riflettere per ritrovare coraggio e dignità perduti. Nei prossimi giorni una vela pubblicitaria girerà il territorio Bellunese con un messaggio chiaro: “FORZA BELLUNO DOLOMITI – Ricorrere per avere giustizia”.
Stiamo anche preparando una lotteria per raccogliere i fondi necessari al pagamento di questo importantissimo atto legale. I premi saranno sorteggiati il 19 dicembre p.v. quando da Cibiana di Cadore, uno dei tanti tesori della nostra Montagna, porgeremo i consueti auguri di Buon Natale.
Il 24 ottobre sarà la serata dei fuochi per l’autonomia.
Nel frattempo – conclude la nota del Bard –  abbiamo in campo azioni politiche importanti per il raggiungimento del nostro unico, importante obiettivo che è – e resta – la salvezza del territorio e delle Comunità che in esso vivono e che vogliono continuare a farlo.

Share

11 comments
Leave a comment »

  1. la lotteria la manchea….

  2. Siete stati voi ad allearvi con quegli ignobili della casta piddina provinciale, quindi, di che vi lamentate? Chi è causa del suo mal, pianga se stesso.

  3. Ridicoli e inutili perdigiorno privi di prospettiva politica. La lotteria sono i duecentomila euro del gruppo cbe vorrebbero spartirsi. Vergognatevi.

  4. Pietosi

  5. La lotteria delle poltrone solo quella potete fare

  6. Attualmente ci sono un assessore e un consigliere di maggioranza, mandare a Venezia la Buzzo significherebbe riportare a casa Gidoni e avere una consigliera di opposizione.
    Cui prodest?

  7. Se i politici che raccomanda e sforna il BARD sono come DORFMANN possono stare tranquillamente a casa

    http://www.secolo-trentino.com/28439/politica/herbert-dorfmann-un-fantasma-al-parlamento-europeo.html?utm_campaign=shareaholic&utm_medium=facebook&utm_source=socialnetwork

  8. Herbert Dorfmann: UN FANTASMA? PRODUCO IL NECESSARIO, NON FACCIO SPOT
    Io un fantasma in Parlamento Europeo? Lo può dire solo chi non c’è mai stato e non mi ha mai visto lavorare. Lo dimostrano gli stessi numeri diffusi dal Secolo Trentino: sono praticamente sempre presente in aula e alle votazioni. Mi si accusa di produrre poca “carta”: interrogazioni, mozioni, richieste alla Commissione. Io sono per la politica pratica: faccio interrogazioni, mozioni e richieste alla Commissione europea quando necessarie e che tornino utili al mio territorio. Non voglio essere uno di quei politici che produce documenti in continuazione solo per rendere più belle le statistiche o per farsi pubblicità. Infine, mi chiedo: quanti europarlamentari del MoVimento 5 Stelle si sono poi ripresentati nel territorio che li ha eletti? Resto in attesa dell’elenco dei lavori svolti a favore del mio territorio da parte del M5S.

  9. La risposta sta nel Gazzettino di oggi dove vi è un articolo che specifica chiaramente che i 4 parlamentari Bellunesi sono ben piazzati come produttivita in parlamento detto questo basta visitare il sito http://www.mepranking.eu/score.php in questione per appurare che gli europarlamentari del M5S sono ben al di sopra del signor DORFMANN doppiato addirittura dal MATTEO SALVINI e per farsi doppiare da SALVINI bisogna veramente mettercela tutta quindi caro Carlo Naldo fattene na ragione avete spacciato un ronzino zoppo per un cavallo da corsa inutile che vi incazzate se venite sbugiardati con cifre e dati non chiacchiere come quelle che fa Dorfmann

  10. Smettila tessarollo mellere… Te se pesante

  11. http://www.altoadige5stelle.it/tag/malles/ Infine, mi chiedo: quanti europarlamentari del MoVimento 5 Stelle si sono poi ripresentati nel territorio che li ha eletti?