Monday, 25 June 2018 - 04:12

Sanità bellunese. Quinto Piol: “Il presidente della Provincia convochi i sindaci di Belluno e Feltre e si formuli una proposta”

Ago 20th, 2015 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina, Sanità
Quinto Piol

Quinto Piol

Quinto Piol, segretario dell’Unione comunale del Pd, interviene sulle dichiarazioni riportate oggi dalla stampa locale del sindaco di Feltre Paolo Perenzin secondo il quale, Belluno e la provincia non ha le risorse per avere o gestire un ospedale hub e dunque sarebbe meglio ragionare per area vasta con Treviso. Anche se il consigliere regionale Franco Gidoni, in qualità di membro della commissione sanità, ha dato per scontato l’approvazione del disegno di legge Zaia che fonde in una unica Ulss Dolomitica gli ospedali di Belluno e Feltre, per sopportare il tagli di 240 milioni di euro inflitti al Veneto. La scelta obbligata, infatti, secondo quanto riferito da Gidoni, è quella di mantenere gli ospedali e tagliare le Usl, oppure tenere l’autonomia dirigenziale e tagliare gli ospedali.

“Il problema – sostiene Quinto Piol – non è di una o due Ulss in provincia di Belluno, ma la Ulss unica regionale ( la n.0) che accentra tutto a Venezia! Il grave problema è che l’ospedale di Belluno, che tutti gli ospedali della provincia, tutti, si stanno impoverendo, la Regione li sta impoverendo, si sta scivolando tutti verso la pianura. Con gravi colpe di molti, troppi, politici ed amministratori locali. Tenere alta la propria bandierina e lasciar andare via i servizi è da irresponsabili!. Bisogna fare fronte comune perché nel territorio provinciale venga mantenuto alto, anzi potenziato,  il livello qualitativo delle prestazioni.

Dire, come ho letto oggi , da parte di un autorevole amministratore bellunese, che piuttosto che un ospedale hub a Belluno ” meglio ragionare su area vasta con Treviso” è , sul piano politico, da irresponsabili!

E’ cosi che si attua l’autonomia della Provincia di Belluno? E’ così che si tutela la salute dei cittadini?

Il presidente della Provincia convochi i presidenti della conferenza dei sindaci delle due Ulss (il sindaco di Belluno e quello di Feltre) e formulino insieme una proposta che vada veramente a tutelare la salute dei cittadini e l’autonomia dell’intero territorio provinciale!

Basta – conclude Piol – continuare ad alzare il proprio campanile a danno dei cittadini”!

Share

3 comments
Leave a comment »

  1. “autorevole amministratore bellunese” … troppa grazia… bastava una qualifica di sole 4 lettere…

  2. Anagramma di “mano”?

  3. Una volta tanto d’accordo con Piol…